tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
AYA
biografia

AYA  (亜矢) nasce in una piccola città dell'Hokkaido e si interessa fin da piccola alla musica rock ascoltando il suono di una chitarra elettrica ad un concerto dei The Ventures.

Durante le scuole diventa chitarrista di una band punk ma a 15 anni viene espulsa e interrompe gli studi. Decide di andare a Tokyo, dove inizia a cantare in vari locali: partecipa con una band ad un concorso ma anche dopo un risultato positivo decide di proseguire da sola nella sua avventura musicale.
Inizia a cantare in varie manifestazioni e a tenere dei piccoli concerti a Shibuya: dopo aver scritto più di 30 demo ottiene un contratto con la BMG e debutta discograficamente nell'Aprile 2001 con il singolo "Hands".

I demo di AYA giungono nelle mani di Adam Kasper, produttore di gruppi famosi come Foo Fighters, Pearl Jam e Queens of the Stone Age che rimane così colpito da voler produrre lui stesso la cantante: AYA parte per Seattle dove incide alcune canzoni collaborando con Matt Cameron (Pearl Jam) alla batteria.
Nel 2001 esce il secondo singolo "CRAZY MERMAID" e nel Marzo 2002 il terzo, "Sentaku no Asa": AYA fa ritorno quindi a Seattle dove termina le registrazioni dell'album di debutto, "Senjou no Hana" (ovvero "Un fiore nel campo di battaglia"), uscito a fine Aprile. In quest'album collabora anche con il bassista dei Nirvana, Krist Novoselic.
Dopo l'uscita dell'album inizia un lungo tour che la porterà ad esibirsi in moltissimi paesi.

Nel 2003 realizza il mini-album "Kinjirareta Uta" ("La canzone dimenticata") e in Ottobre pubblica il live "AYA BITCH PROJECT".
Nel Giugno del 2004 pubblica il secondo album "BAGHDAD SKY", che si classifica alla posizione 235 della Oricon, unico piazzamento dell'artista nelle classifiche: dopo quest'album, l'artista si prende una pausa indeterminata dalle scene.

Nel 2006 torna a far parlare di sè componendo la canzone "Forever" per l'album "strip me?" di Anna Tsuchiya e in Novembre realizza il brano "Over Night", utilizzata come ending dell'anime "Le Chevalier D'Eon".
Artisti Simili
Cocco
Rock
Vai alla Scheda
27⁄01⁄2017
Ultima News
Un DVD assieme al nuovo best
Vai alla Scheda
16⁄11⁄2016
Ultima News
In arrivo il terzo figlio
Vai alla Scheda
16⁄06⁄2016
Ultima News
Due tracce in ''ACROSS''
Vai alla Scheda
21⁄09⁄2015
Ultima News
Due nuovi prodotti il 18 novembre
Vai alla Scheda
25⁄11⁄2016
Ultima News
Nuovo DVD ad inizio dicembre
SHIGI
Rock
Vai alla Scheda
14⁄09⁄2010
Ultima News
Si torna a registrare
J
Rock
Vai alla Scheda
20⁄03⁄2017
Ultima News
Tutti i dettagli sul nuovo best
Vai alla Scheda
30⁄05⁄2009
Ultima News
Tutti i dettagli sul singolo di debutto
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2020 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.24 secondi.