tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
BENNIE K
recensioni
Coperdina di Cube - BENNIE K
Cube
Album pubblicato il 24 Luglio 2002
Primo album.
922 click, un solo voto degli utenti
di Terubozu
Pubblicata il 22 Agosto 2008
BENNIE K - Cube

Dal 2001, anno del loro debutto, ne hanno fatta di strada.
Le Bennie K hanno raggiunto nel 2004 la vetta dell’Oricon con l’album “Japana-Rythm”; da allora sono sempre riuscite a ritagliarsi delle buonissime posizioni nelle classifiche, e ad entrare nel cuore e nella testa di un determinato target di ascoltatori.
Se però non riescono a replicare il grande successo dell’album di cui sopra, c’è sicuramente un valido motivo.
Semplice arrivare ad una conclusione, se si ascoltano anche solo distrattamente i precedenti dischi del duo:
da un duro e incalzante R’N’B caratterizzato da un sound underground e decisamente ‘street’, sono riuscite a passare ad un Pop davvero molto poco Urban.
Il pop, si sa, ti porta in alto nelle classifiche, ti pubblicizza di più. Ma ne sarà davvero valsa la pena?
Un cambio di stile così estremo, se da una parte può farti abbracciare un più vasto pubblico, ti porta inevitabilmente a dimenticare lo spirito e le radici con le quali si è iniziati a fare musica.
Eppure non sono il solo che rimpiange i primi lavori di Yuki e CICO: numerosi sono i fan che, seguendole fin dall’inizio, criticano il loro nuovo sound.
Le tracce incluse in questo loro primo album rispecchiano totalmente la loro natura genuinamente frizzante ed allegra, che nonostante sia riuscita a resistere anche dopo il cambio di stile, ha abbandonato i ritmi soul funk rifugiandosi in un meno sentito pop commerciale.

Pubblicato il 24 Luglio 2002, il disco racchiude diverse tracce dei precedenti singoli, immergendosi in un’estate in piena corsa. Alcune tracce sembrano trascinarci indietro nel tempo, ritrovando e riuscendo ad apprezzare nuovamente suoni dei passati anni ’90. Le sonorità funky si aggregano ed esplodono in quasi tutte le tracce. La dolcezza di altri pezzi ci rimanda ad una severa ma cullante malinconia.

L’album si apre con “School Girl  Tokyo Ver.”, un pezzo che mixa egregiamente melodie soul con suoni hip-hop, caratterizzato da cori di accompagnamento nel ritornello e, soprattutto, in apertura della canzone. Molto buona l’esecuzione di Yuki che, verso la conclusione della traccia, si lascia trasportare dalle sonorità black esplodendo in un accompagnamento vocale degno di nota. La traccia è ripresa dal secondo singolo del gruppo, “School Girl”, pubblicato nel Maggio 2001, ma ricantata sostituendo alcune parti inglesi con testo in giapponese.
La traccia successiva irrompe fin dall’inizio con un ritmo ben deciso, profumato di sonorità melodiche come sempre trascinate dalla vocalist, Yuki. Ci troviamo di fronte a “Sunshine” che, come descrive benissimo il titolo, porta una vivacità e spensieratezza di una fresca giornata estiva. Il frammento dedicato a CICO, nel mezzo della canzone, ci riporta per poco tempo a ritmi underground.  Anche questa traccia è estratta da un omonimo singolo, pubblicato a fine Ottobre 2001.
La terza traccia, “NAI”, ci porta in un universo esplosivo, energico e pieno di sonorità estremamente particolari. CICO è la vera protagonista di questo pezzo, padroneggiandone ogni passaggio hip-hop. La base, semplice e ripetitiva, decisamente Funky, non ci lascia un secondo, tenendo il nostro cuore sempre in linea con il ritmo travolgente. Ancora una volta, anche questa traccia è tratta da un precedente singolo dell’Aprile 2002, “NAI/P-DAD”. Come ci suggerisce il titolo, anche l’undicesima traccia, verso la chiusura dell’album, è stata tratta da questo singolo.
Una chitarra acustica ci introduce invece nelle sonorità melodiche di una splendida Yuki, che esprime la sua delicatezza nella quarta traccia, intitolata “Silence”. Da subito la dolcezza del pezzo richiama una lieve malinconia nell’ascoltatore, preso dalla calma romantica di che accompagna tutto il brano. CICO irrompe con pochi interventi ritmati, in linea con la base sempre decisa, ma senza rovinare la magia della traccia. Le poche frasi di un inglese perfetto delle due cantanti, vissute tutte e due per diverso tempo in America, ci riportano ad una sonorità forse meno inesplorata, ma comunque in linea con il resto del pezzo.
Con “Hole in da tribe” torniamo nello stile underground del disco. Yuko nel ritornello riesce a riportare una musicalità quasi del tutto volutamente abbandonata nelle altre parti della canzone, nelle quali CICO comanda il ritmo, destreggiandosi nelle severe e puntuali battute della base. I due stili ci portano in un vortice di suoni che, verso la fine del pezzo, si fondono prepotentemente lasciando il compito di chiudere il pezzo ad un piccolo segmento strumentale.
Uno strumento a corda ci invita ad immergerci in un'altra traccia R’N’B, ma decisamente più lenta e dolce: “Saishuu Kessen”. Il pezzo, che non brilla per originalità, riesce comunque a trascinarti in un sound più pulito delle precedenti tracce, senza perdere la costante ritmica caratterizzante dell’intero Album.
Un piccolo interludio di 20 secondi, “Riyuu”, anticipa una delle tracce decisamente più riuscite dell’album, già rilasciata all’interno di un singolo nel Gennaio del 2001, il primo del duo: “Melody – night fly – “.
La canzone viene aperta dalla  lieve voce di Yuki, accompagnata da una base leggera che, dopo soli venti secondi,  si apre a ritmi più decisi e trascinanti, lasciando spazio al rap di CICO. Le due cantanti si alternano nel brano come in una coreografia studiata nei minimi particolari: nessuna imprecisione, nessun eccesso. La traccia procede tranquilla e rassenerante per tutti i 5 minuti e 27 secondi del brano.
Un altro interludio  di poco più di un minuto, “title call”, ci accompagna nell’ascolto del disco. Lento e dai suoni black ci introduce la traccia successiva, la decima.
Crazy Day” non si nasconde dietro suoni indecisi o troppo dolci: parte e prosegue lentamente ma senza distogliere l’attenzione dell’ascoltatore. Perde forse nel ritornello, troppo ripetitivo e poco coinvolgente, riprendendosi nelle parti hip-hop di CICO.
Ci avviciniamo alla chiusura dell’album con “P-DAD”, traccia che rende protagonista Yuki, avvolta da un sound ritmato e mai monotono, che esprime tutta la sua vivacità e allegria nel ritornello.
CICO accompagna la collega, restando però, a parte un interessante intervento nella seconda parte del pezzo, solo di supporto, per una traccia dai sapori pop-funk.
Ultima traccia, a chiudere il primo disco del fortunato duo, “Superdome”, tratta dal singolo “Sunshine”. Intrigante, hip-hop, dai ritmi sexy e misteriosi, sembra portarci direttamente in una lunga nottata estiva, quasi riuscendo a farci assaporare le sensazioni di un’estate tutta da vivere.

Un ottimo esordio per le giovani componenti del duo: un disco mai troppo pesante, ascoltabile e decisamente giusto se si cerca qualcosa di veramente funk.
Tutte tracce che meritano un’ottima valutazione, che fa piangere un po’ il cuore però, cosciente di non aver ritrovato, fino ad oggi, gli stessi suoni e le stesse melodie nei nuovi dischi delle Bennie K.
Qualcuno amerà quel loro nuovo sound pop, più facilmente ascoltabile, più vicino al trend da “top ten”, e senza alcun dubbio meno di “nicchia”; spesso stravagante e particolare, è vero, ma ha purtroppo quasi totalmente dimenticato le radici che hanno portato Yuki e CICO a produrre dischi memorabili, come questo “Cube: il vero Urban.

Qualità complessiva delle tracce: 10
Musica: 9.5
Voce: 10
Copertina: 7.5
9.25
Media dei voti degli utenti: 7
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''Cube''
#01
Christi
Voto: 7
mail
Hum.
Non penso meritino davvero un voto cosî alto per ''cube'', poiché preferisco di gran lunga ''Japana-Rhythm'' e ''Synchronicity''. Questo album è di debutto, lo ricordo, e probabilmente cercavano di stabilire ancora un loro stile. Certo CICO aveva le idee chiare visto che ''NAI'' è perfettamente nel suo stile, ma a parte questa e poche altre canzoni, nel complesso il disco non mi ha colpito più di quel tanto.
È un urban difficile da approcciare, completamente differente dai dischi seguenti e forse meno riuscito. ''Japana-rhythm'' è più coerente, le canzoni più orecchiabili e l'urban meno buttato lî.

>_< è sempre un opinione però. È comunque sufficiente ma non brilla.
2008-08-27 16:44:39
 
Aggiungi Un'Opinione
Artisti Correlati
BECCA
Parte del BENNIE BECCA project
Vai alla Scheda
25⁄02⁄2011
Ultima News
Covers e tracklist del 'BEST'
Artisti Simili
Heartsdales
Urban
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
SOULHEAD
Urban
Vai alla Scheda
19⁄04⁄2013
Ultima News
Mini-album da solista per YOSHIKA
BIGBANG
Urban
Vai alla Scheda
09⁄02⁄2017
Ultima News
Nuovo DVD pronto
Lil’B
Urban
Vai alla Scheda
26⁄02⁄2013
Ultima News
'Namida Love Letter' è il nuovo disco
4minute
Urban
Vai alla Scheda
13⁄06⁄2016
Ultima News
Scioglimento ufficiale
Vai alla Scheda
01⁄11⁄2015
Ultima News
'Basic' in arrivo tra pochi giorni
2NE1
Urban
Vai alla Scheda
13⁄01⁄2017
Ultima News
Ultimo singolo in arrivo
DOMINO
Urban
Vai alla Scheda
24⁄08⁄2011
Ultima News
Pronto il primo disco
m-flo
Urban
Vai alla Scheda
31⁄01⁄2014
Ultima News
Nuovi dischi a Marzo
three NATION
Urban
Vai alla Scheda
29⁄07⁄2007
Ultima News
Live per il 4 Agosto annunciato! Nessun singolo per ora
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.35 secondi.