tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
Brown Eyed Girls
recensioni
Coperdina di Black Box - Brown Eyed Girls
Black Box
Album pubblicato il 29 Luglio 2013

Quinto album coreano per il quartetto delle Brown Eyed Girls, a due anni di distanza dal precedente “Sixth Sense”. Il disco, anticipato di tre settimane dalla pubblicazione di “Recipe” (loro ottavo singolo digitale) e promosso dal video di “KILL BILL”, presenta una miscela di funk-pop, r&b e dance per uno stile potenzialmente diverso nella carriera delle ragazze. L'album non ha ripetuto il successo dei precedenti dischi, piazzandosi in quinta posizione e vendendo complessivamente 10000 copie fisiche.
666 click, 3 voti degli utenti
di zefis90
Pubblicata il 02 Novembre 2013
Riproposta ed aggiornata il 28 Novembre 2013
Brown Eyed Girls - Black Box
Brown Eyed Girls - Black Box
Brown Eyed Girls - Black Box
Tremate tremate, le ragazze son tornate. Tornate a dare lezioni di stile, s'intende. Era da due anni che non davano segnali di vita (almeno come gruppo), ma le Brown Eyed Girls sono più vive e battagliere che mai, pronte a riprendersi lo spazio che compete loro nel frenetico panorama k-pop, che non è di certo privo di volti freschi pronti da piazzare sul mercato. Ma per Narsha, Ga-In, Miryo e JeA non è nemmeno lontanamente tempo di pensare ad un ipotetico pensionamento: sì, forse è vero che il pubblico adesso sembra rivolgere le sue attenzioni preferibilmente ad altri gruppi, ma artisticamente parlando, le quattro hanno ancora dalla loro parecchie frecce da scagliare. “BLACK BOX”, in tal senso, è una conferma in grande stile: per quanto privo dei ritornelli assassini e delle dinamiche esplosive del precedente “SIXTH SENSE”, il nuovo disco è un lavoro che non disperde, né appiattisce, l'inventiva e la potente ispirazione del quartetto, il quale, anche in una dimensione diversa rispetto al previsto (ma c'è da dire che di colpi di scena nella loro carriera ne hanno dispensati a profusione) concepisce musica di grande spessore. A questo giro, una maggiore omogeneità garantisce comunque l'effetto sorpresa.

Già a sentire i bassi sfocati che aprono “After club” (il titolo penso riveli ogni cosa), il pensiero corre e trova conferma nelle supposizioni. Quelli che erano semplici spunti nei loro vecchi dischi adesso trovano pieno sviluppo all'interno di un album, lasciando loro piena libertà d'azione. I leggeri tocchi funk del passato qui diventano pertanto preponderanti: ora declinati in chiave urban, ora assimilati in un vibrante contesto pop, loro sono i protagonisti indiscussi del disco, la chiave di volta sulla quale costruire gli arrangiamenti e poggiare di conseguenza le melodie. A questo giro, il brano propone un funk-pop ballabile e sbarazzino, eccellente nei fraseggi vocali e con un inserto rap di Miryo egregiamente strutturato. I bassi, già menzionati all'inizio del paragrafo, sono il vero valore aggiunto al pezzo, con le loro linee a costruire un andamento ritmico irresistibile. Davvero un ottimo inizio. Il seguito è affidato al lounge-funk di “Naragallae”, in cui l'andamento, retto sun un tempo medio, piuttosto che aggredire invita, blandisce l'ascoltatore, specialmente grazie al dolcissimo ritornello che giusto l'intervento mal gestito di Miryo riesce ad ispessire. Niente male, ad ogni modo. A stretto giro di boa compare in scaletta il brano che ha lanciato il nuovo album, grazie al video promozionale girato per l'occasione. “KILL BILL” è, nonostante tutto, una traccia che nell'economia del disco sfigura non poco: chiariamoci, la canzone tutto sommato funziona e ha un tiro più che discreto, lo stretto necessario perché riesca ad accattivarsi il pubblico. Rispetto però alla dirompenza di una “Sixth Sense”, il nuovo pezzo di presentazione semplicemente non ha lo stesso mordente, ma neanche la medesima inventiva. Con il suo impianto pop alquanto generico, e una scrittura ampiamente nella media, il pezzo proprio non ha l'allure del classico, anche all'interno della discografia del gruppo. Si rientra però nei ranghi grazie a “Boy”, che prosegue sulla scia dei bassi ipnotici di “After club”, in un impianto sonoro che non disdegna pure contatti col jazz (i sassofoni stanno lì a testimoniarlo). L'interpretazione si fa ancora più sospirata e sensuale, il bridge vanta di una costruzione notevole, e il lavorio di chitarra acustica sullo sfondo accentua i tratti prettamente sensoriali di questo brano. Niente da ridire, fondamentalmente la traccia scivola via che è un piacere. Introdotta da un attacco in salsa reggae, con Miryo a fare quasi il verso ai suoi colleghi giamaicani, “Satisfaction” è un collage pop in cui convivono umori dance (evidenti soprattutto nel refrain, un po' slavato a dire il vero), tensioni dubstep, elementi popular. La prevedibilità con cui il tutto viene schiaffato all'interno di tre minuti e mezzo di canzone però non è un fattore trascurabile, di secondaria importanza. Il brano si lascia ascoltare senza troppi patemi, questo è indubbio, ma le BEG hanno dimostrato di saper (e poter) fare decisamente di meglio. Il tempo di cambiare traccia, ed ecco che “Mystery Survivor” arriva a fornire la prova di quanto appena detto. Una tenaglia electro, costruita su groove sincopati e procedimenti ritmici propri della house: questo è quanto ascolterete nel pezzo, e state pur certi che difficilmente rimarrete delusi. Miryo domina selvaggia la scena con il suo rap potente e trascinante, mentre il ritornello, affidato al canto delle altre tre ragazze, non esplode mai come invece ci si poteva aspettare, lasciando che la composizione del brano risultasse affascinante proprio grazie al suo prodigioso gioco di contrasti. Una sfida portata a casa. “Geojismariya” è un suadente brano midtempo in cui gli elementi black rimangono relegati al solo basso. Non è poi tutta questa gran mancanza, che il pezzo, nel suo andamento pop leggero, risulta piuttosto convincente, per quanto non sia nulla per cui strapparsi i capelli. La melodia qui è l'elemento focale, in assoluto, e fa il suo dovere più che dignitosamente. Digital-single rilasciato tre settimane prima dell'uscita dell'album, “Recipe” è una canzone pensata nel minimo dettaglio per colpire il pubblico: un ritornello appiccicoso e semplice (fin troppo semplice, verrebbe da dire), un arrangiamento electro-funk sinuoso fatto su misura per essere ballato dalle platee. Forse ricalcherà le progressioni di tanti pezzi k-pop attuali, ma non è slavata tanto quanto “KILL BILL”, il che a ben vedere risulta essere quasi un merito. Da segnalare assolutamente Miryo, che stavolta azzecca perfettamente il suo contributo rap. Alla fine di questo breve appuntamento in compagnia delle Brown Eyed Girls, arriva “Good fellas”, l'unico lento incluso nel lavoro. Saggia decisione; non perché la canzone sia prescindibile, tutt'altro, ma perché nell'aggiungere ulteriori lenti l'atmosfera sinuosa del disco ne sarebbe uscita irrimediabilmente compromessa. Inutile dire molto a riguardo, ché si tratta della classica ballata k-pop ben fatta, interpretata impeccabilmente (ma su questo vi erano ben pochi dubbi), e con tutte le cose al loro posto. Una chiusura, comunque, tutt'altro che tirata via.

Pochi pezzi nella media, nessuno davvero scadente: le quattro ragazze continuano a proporre con costanza album di livello, a non lasciare nulla per scontato, a mettersi sempre in discussione. Fossero tutte così, le girl band coreane, ci sarebbe davvero di che godere.
Qualità complessiva delle tracce: 7.5
Musica: 8
Voce: 8
Copertina: 7
7.63
Media dei voti degli utenti: 8
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''Black Box''
#01
kumimoto
Voto: 8
mail
questo è stato il primo lavoro che ho apprezzato interamente di queste ragazze, le seguivo in passato grazie a due o tre canzoni che avevo apprezzato ma mi avevano colpito poco, con questo lavoro invece mi sono dovuta ricredere.
2013-11-02 19:42:53
 
#02
Bobby Drake
Voto: 8
mail
Concordo in pieno con la recensione. Il disco è molto buono e ancora una volta le BEG hanno cambiato strada e ci hanno proposto qualcosa di nuovo. Do un 8 pieno poichè trovo "KILL BILL" un pezzo davvero geniale e tutti i riferimenti nel videoclip al famoso film di Tarantino sono davvero divertenti. Stiamo e vedere cosa uscirà dal cappello magico la prossima volta che le ragazze pubblicheranno un disco.
2013-11-02 20:46:23
 
#03
mari
Voto: 8
mail
Concordo con la recensione, anche se sono rimasta più entusiasta dell'album in generale. Il lavoro che è stato fatto negli arrangiamenti è eccezionale, penso che sia tra gli album coreani pop di quest'anno più curati da questo punto di vista. Le melodie non sono cosî memorabili come il precedente, ma devo dire che preferisco di gran lunga questo disco e apprezzo tutte le tracce; l'album è sexy, pieno di idee sostanziose, e sono contenta che tutti i membri (Miryo soprattutto) abbiamo la loro parte in modo uguale perché sono tutte molto brave. Ottimo disco, quindi.
2013-11-03 21:20:19
 
Aggiungi Un'Opinione
Artisti Simili
4minute
Urban
Vai alla Scheda
13⁄06⁄2016
Ultima News
Scioglimento ufficiale
Vai alla Scheda
07⁄08⁄2017
Ultima News
Ecco il nuovo album
BIGBANG
Urban
Vai alla Scheda
09⁄02⁄2017
Ultima News
Nuovo DVD pronto
twenty4-7
Urban
Vai alla Scheda
20⁄03⁄2012
Ultima News
Informazioni sull'ultimo mini-album del duo
BENNIE K
Urban
Vai alla Scheda
28⁄02⁄2010
Ultima News
Rilasciata la tracklist di 'BENNIE BECCA'
Foxxi misQ
Urban
Vai alla Scheda
04⁄02⁄2011
Ultima News
DEM si unisce ai Fivesta
2NE1
Urban
Vai alla Scheda
13⁄01⁄2017
Ultima News
Ultimo singolo in arrivo
DOMINO
Urban
Vai alla Scheda
24⁄08⁄2011
Ultima News
Pronto il primo disco
Highlight
Pop
Vai alla Scheda
30⁄05⁄2017
Ultima News
Nuova edizione di 'Can You Feel It?' in arrivo
Vai alla Scheda
01⁄08⁄2015
Ultima News
Il ritorno dopo tre anni
f(x)
Pop
Vai alla Scheda
07⁄10⁄2016
Ultima News
Doppia a-side giapponese
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2020 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.23 secondi.