tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
Corrupted
biografia

I Corrupted sono probabilmente il segreto meglio riposto di una delle scene più fervide dell'ambiente underground giapponese, quello metal, da molti vituperato, ma che non ha mai mancato di fornire grandi spunti ed essere sempre all'avanguardia. La loro nota antipatia verso il riconoscimento pubblico (non concedono quasi mai interviste, non hanno mai scattato una foto ufficiale della formazione, sempre variabile, e difficilmente escono per tour al di fuori del loro Paese) può essere vista come la causa principale del loro isolamento creativo, che tuttavia ha finito per dare frutti, e di grande pregio. In una carriera che oramai ha superato abbondantemente i 15 anni di durata, il gruppo ha dato il via ad uno dei suoni più tetri, agghiaccianti, e raggelanti della scena doom metal mondiale. Un suono che oramai ha raggiunto un numero considerevole di produzioni e licenziamenti, segno di una prolificità artistica che non viene scalfita dalla copiosità di uscite. Uscite che prevedono split con molte band, spesso e volentieri statunitensi, ma che in altri casi sono percorsi in solitaria in paesaggi che sembrano dominati da un incontrastato inverno, nel cuore e al di fuori di esso. Visto l'anonimato che cercano di raggiungere (anonimato più di critica che di pubblico, visto che le molte foto della band che abbiamo sono state scattate dai loro stessi fan) conosciamo poco dei membri e della loro storia, che a quanto si sa, viste le scarse informazioni di cui si dispone, è stata piuttosto travagliata. Continui cambi di membri, sin dal lontano 1994, quando si sono formati nella prolificissima Osaka, hanno messo in evidenza quanto l'idea della band non venisse rappresentata da chi o quali persone fossero a suonare i pezzi, quanto dall'idea che sta alla base della loro musica. Quello che conta nel loro iter musicale è ascoltarsi i loro dischi, rilevarne tutte le emozioni ricavabili, e seguire la loro evoluzione tematica e stilistica. Evoluzione a cui è affiancata una ricerca sperimentale che molte band nel settore ancora non hanno trattato. Accanto ai loro gelidi richiami metal e doom, eccoli affiancare anche sinistre partiture acustiche e sconsolati rivoli ambientali, segno di un gruppo che non ha una visione serrata e totalitaria al proprio approccio creativo. 

Altre, interessanti, caratteristiche che differenziano lo stile perseguito dalla band è quello di includere parti cantate pressoché in spagnolo. Oltre ad essere un'evidenza di ciò la scelta dei titoli, quasi tutti nell'idioma ispanico, ne è testimonianza anche la scelta delle denominazioni date ai vari pezzi, che molto difficilmente scelgono l'inglese o il più pronosticabile giapponese. Tuttavia, anche queste ultime due lingue compaiono talvolta in alcune sezioni delle loro lunghissime suites. Suites che spesso e volentieri sono reperibili soltanto negli split albums citati sopra. E' probabilmente un rarissimo caso di gruppo che ha una discografia ufficiale ben più breve di quella invece effettuata in collaborazione con altre band, le quali hanno serbato il culto dei Corrupted e hanno portato le loro intuizioni a diventare note in tutto il panorama metal nipponico (e soprattutto, internazionale). E' piano piano che la critica, e la "stampa" mondiale specializzata ha cominciato a rendersi conto del loro incredibile potenziale e talento, ed inserire molte delle loro pubblicazioni tra le liste dei migliori dischi sludge/doom metal di sempre, citandone tutte le particolarità e le caratteristiche che li stagliano da molti altri colleghi. Se si è affini a questo tipo di sonorità, immergersi nelle loro desolate ambientazioni cosmiche è un piacere da non negarsi!
Artisti Simili
Boris
Rock
Vai alla Scheda
09⁄07⁄2017
Ultima News
Dieci tracce in 'Dear'
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0 secondi.