FeedRSS
Forum
Kalafina
recensioni
Coperdina di far on the water - Kalafina
far on the water
Album pubblicato il 16 Settembre 2015

Quinto album del trio Kalafina, formato da Hikaru, Keiko e Wakana. Il disco, rispetto ai precedenti, presenta una sonorità più pop e meno sperimentale.
Yuki Kajiura ha composto e scritto tutte le tracce.
888 click, 2 voti degli utenti
di Christi
Pubblicata il 25 Settembre 2015
Riproposta ed aggiornata il 30 Novembre 2015
Kalafina - far on the water
Dopo due anni e sei mesi di attesa, le Kalafina, capitanate da Yuki Kajiura, pubblicano il loro quinto album dal titolo "far on the water". Per la prima volta nella storia del gruppo il titolo coincide con la traccia che fa da theme song al programma "Rekishi Hiwa Historia".
Dopo mesi di promozioni, concerti e la pubblicazione del primo best album, il trio neo-classico si ripropone in modo differente: "far on the water" si allontana infatti dalle sonorità fantastiche di "Seventh Heaven" e quelle cupe di "Red Moon"; tuttavia non si avvicina nemmeno a quelle melodiche di "After Eden", né allo stile malinconico di "Consolation". "far on the water" è infatti l'album più pop del gruppo, che ricalca la scìa dei singoli , tra cui "heavenly blue" e "believe". Sembra più ovvia, questa volta, l'intenzione di attirare i fans guadagnati dai mesi di promozione grazie ad una sonorità più orecchiabile e meno sperimentale. Ciò è positivo ma è purtroppo un punto negativo per i fans di vecchia data, innamorati e colpiti soprattutto dall'album "Red Moon".
Vi sono diverse canzoni degne di nota ma, a parte un'eccezione ("Usumurasaki"), "far on the water" è un album pop-melodico poco innovativo; se vi sono piaciute "believe" e "One Light", questo è il disco per voi.

Cominciamo l'ascolto con l'introduction "into the water". Confrontata con le altre intro, è forse quella più in tono con il resto del disco: se si passa infatti da questa a qualsiasi altra traccia, l'atmosfera non cambia. Fin da subito quindi si stabilisce la solidità e la coesione dell'album per quanto riguarda lo stile. "into the water" è una traccia piuttosto misteriosa, con sonorità sognanti e il Kajiura-go come protagonista. Da notare la presenza di Yuki Kajiura, che canta le parti di contralto assieme a Keiko.
Partiamo con le nuove tracce con la bella "monochrome". Chitarra elettrica che dà il ritmo, basso insistente, ritmo incalzante: questa è la routine che sentiamo nelle canzoni più veloci dell'intero album (e che verrà riproposto anche nella stupenda "identify"). Ottimo l'inizio calmo di Hikaru, che è sempre molto precisa in questo tipo di tracce. Globalmente non ci sono colpi di scena: "monochrome" presenta la stessa atmosfera e melodia in tutti i suoi 3 minuti e 32 secondi; tuttavia non stanca mai perché mette allegria. Una traccia del genere si sarebbe potuta trovare nel primo album, "Seventh Heaven".
Ritroviamo le sonorità di "Manten" nella terza traccia inedita, ovvero "Gogatsu no Mahou". Come la sua sorella, i protagonisti di questa traccia sono i violini, presenti nell'introduzione, nei ritornelli e nei bridge. Abbiamo delle strofe piuttosto calme che si concludono in un climax proposto da Wakana, a cui è affidato anche il ritornello. Di nuovo si sente la grande somiglianza a "Manten" nel ritmo e nella melodia.
"ring your bell" è il 17esimo singolo e penultimo uscito in questa era. Purtroppo, come "heavenly blue" e "believe", la canzone è carina da seguire ma non presenta nulla di nuovo e cade nella genericità. L'unica nota positiva la troviamo nelle voci delle cantanti, sempre affascinanti. "ring your bell" è la tipica canzone da anime che le Kalafina hanno proposto più volte negli ultimi anni e che sono praticamente l'opposto delle bellissime "Kagayaku Sora no Shijima ni wa" e "Magia", per fare qualche esempio.
Cambiamo completamente atmosfera e incontriamo una delle tracce più interessanti dell'intero disco, assieme a "identify": la stupenda "Usumurasaki". Lasciamoci alle spalle le melodie spensierate incontrate fino adesso e torniamo alle atmosfere esotiche e misteriose di "Red Moon", presentate dall'omonima traccia, da "Yume no Uta" e "Te to Te to Me to Me". A Wakana è ancora affidata l'ardua impresa di presentare i ritornelli; nel complesso la canzone è calma in alcuni momenti, incalzante in altre (soprattutto nelle parti di Hikaru) e assolutamente magica e fantastica nell'intermezzo e nelle parti affidate all'incredibile Keiko, che continua a far sognare. Bellissima!
Proseguiamo con le tracce da "ascoltare assolutamente" con la stupenda "identify", che ricorda "Ongaku" e "destination unknown": della prima ha l'atmosfera allegra e frenetica, mentre della seconda ha il ritmo e le chitarre elettriche incalzanti. Questa volta sono Hikaru e Keiko le protagoniste: le due si alternano nelle strofe e nei bridge, per poi sfociare in un ritornello armonizzato con Wakana.
"Hokage" è la sesta traccia inedita e una grande delusione. Poteva essere incredibile come le belle "sapphire", "Gloria" e "Kiichigo no Shigemi ni" e invece rimane una ballata semplice e senza nessun tipo di colpo di scena, con Wakana accompagnata dal pianoforte. Il testo e la voce delle cantanti sono sempre degni di nota, ma la melodia, per un gruppo del calibro delle Kalafina, è piuttosto generica e poco innovativa. Peccato!
Delle a-side pubblicate negli ultimi due anni, "One Light" è sicuramente la più interessante: nonostante sia possibile notare le stesse sonorità da anime delle tracce precedenti, questa ha una melodia più facile da ricordare e delle strofe molto divertenti grazie alla fantastica Hikaru. Il ritornello è un ricorrersi continuo fra lei e Wakana: molto bello e ben costruito.
"Musunde Hiraku" è quello che la canzone "far on the water" doveva essere: dolce, malinconica ed emozionante. Abbiamo una traccia di medio tempo che presenta un ritornello da pelle d'oca: Wakana è completamente a suo agio ed è di una dolcezza incredibile. La melodia fa sognare ed è tutto quello che si poteva chiedere.
Sebbene fosse già presente in "THE BEST "Blue"", uscito nel luglio dello scorso anno, e sia stata riproposta come singoli, troviamo di nuovo "heavenly blue", opening theme di "Aldnoah.Zero". La canzone è stata una vera e propria hit per il gruppo, ecco il perché della sua presenza. Tuttavia la popolarità non giustifica del tutto l'ennesima riproposta, considerando poi che rientra nelle canzoni piuttosto generiche e poco avvincenti come "ring your bell" e "believe". Lo stile è comunque in sintonia con quello dell'album e quindi non pone problemi nell'ascolto.
Arriviamo all'ultima e ottava traccia inedita: "Sora-iro no Isu". Ritorniamo allo stile di "Hokage" ma questa volta Yuki Kajiura riesce nel suo intento. Abbiamo una ballata con protagonista Wakana e l'arpa: la canzone risulta molto dolce ma malinconica. Poteva essere tranquillamente inclusa in "Consolation".
Ci avviamo alla fine dell'ascolto con "believe", anch'essa uscita come singolo nel 2014. Delle a-side uscite non è affascinante come "One Light"; ciò nonostante si difende molto bene grazie alle strofe misteriose.
Concludiamo con la tipica traccia in stile "Yume no Daichi" e "symphonia": "far on the water". Come detto in precedenza, "Musunde Hiraku" è riuscita meglio, ma probabilmente non sarebbe stata una buona conclusione per le sue melodie malinconiche. "far on the water" è più spensierata in questo senso: è ben riuscita e carina, ma è leggermente inferiore ai suoi predecessori.

Nel complesso, "far on the water" è l'album più coeso delle Kalafina. Ciò non basta però renderlo più affascinante degli altri e, se paragonato ai quattro dischi precedenti, non è sicuramente quello meglio riuscito. È un album adatto ai nuovi ascoltatori del gruppo, soprattutto coloro che le hanno scoperte tramite le tie-in degli ultimi singoli; lascia però l'amaro in bocca ai fans di lunga data. Non fraintendiamoci: Yuki Kajiura e le Kalafina hanno proposto un album degno di nota e molto bello, ma non è sicuramente al pari di "Red Moon".
Peccato anche la poca presenza di assoli di Keiko, di cui non ci si stanca mai.

Canzoni consigliate (in ordine): "identify", "Usumurasaki", "Musunde Hiraku", "monochrome" e "One Light".
Qualità complessiva delle tracce: 8
Musica: 10
Voce: 10
Copertina: 8
9
Media dei voti degli utenti: 6.75
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''far on the water''
#01
Shibuya Confidential
Voto: 6
mail
Personalmente loro sono abbastanza in crisi creativa secondo me, ovviamente crisi dettata dalla madre Kajiura.
Bisognaerà vedere il giorno in cui la Yuki si stuferà per osservare eventuali carriere solistiche.
By the way ottima recensione.
Delusione come quellodegli Ali Project, meno male che c'è la Shikata a tirarmi su.
2015-09-25 21:55:22
 
#02
kumimoto
Voto: 7.5
mail
Il disco mi è piaciuto a tratti e per altri aspetti no. La virata al pop non mi ha dispiaciuto ma nemmeno entusiasmato. Tra tutte quelle proposte in questo disco che mi hanno particolarmente colpito sono state Gogatsu no Mahou (五月の魔法), identify e Sora-iro no Isu, quest'ultima è la mia preferita in assoluto del lavoro. Nonostante io ascolti sempre con piacere le kalafina non trovo più la magia sopratutto dei primissimi dischi e mi sto disinnamorando di loro, molto lentamente ma inesorabilmente; e di questo mi dispiace. Un paio di canzoni seppur bellissime non riescono più per quanto mi riguarda a salvare l'intero lavoro.
2015-09-27 04:52:59
 
Aggiungi Un'Opinione
Articoli con riferimento a 'Kalafina'
THE WINNER OF NA'15
Ecco i sedici vincitori dei NOISE AWARDS 2015 votati dai fan.
Pubblicato il 07⁄02⁄2016 | Scritto da Bobby Drake
Articoli con riferimento a 'Kalafina'
Weekly Chart 14-20
Classifica settimanale, dal 14 al 20 settembre 2015, dei 5 singoli e dei 5 album più venduti in Giappone.
Pubblicato il 27⁄09⁄2015 | Scritto da Bobby Drake
Artisti Correlati
Yuki Kajiura
Carriera di Yuki Kajiura
Vai alla Scheda
04⁄02⁄2017
Ultima News
Svelato il nuovo OST di ''Sword Art Online''
FictionJunction
Primo Gruppo di Yuki, WAKANA e KEIKO
Vai alla Scheda
10⁄05⁄2015
Ultima News
Cover di ''FJ 2010-2013 The BEST of Yuki Kajiura LIVE 2''
Itokubo
Ex gruppo di Keiko
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
See-Saw
Gruppo di Yuki Kajiura
Vai alla Scheda
02⁄07⁄2013
Ultima News
''Kimi wa Boku ni Niteiru ~ReMix2013'' in arrivo
KAiiDA
Collaboratrice
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Artisti Simili
Vai alla Scheda
19⁄07⁄2008
Ultima News
Remix di 'Nazareé' e 'HORIZON' sul MySpace
ELISA
Pop
Vai alla Scheda
14⁄11⁄2016
Ultima News
'GENETICA' è il nuovo album
HIMEKA
Pop
Vai alla Scheda
13⁄04⁄2015
Ultima News
Unit con Kotera Kanako: HIMExKANA
KOKIA
Pop
Vai alla Scheda
02⁄08⁄2016
Ultima News
Dettagli di ''Itsuwari no Sora no Saki ni Aru Mono''
Vai alla Scheda
20⁄04⁄2015
Ultima News
Covers di ''ONE DAY''
Vai alla Scheda
25⁄10⁄2015
Ultima News
Live DVD/Blu-ray nel 2016
Vai alla Scheda
29⁄12⁄2016
Ultima News
Tracce e preview del nuovo disco
Vai alla Scheda
16⁄02⁄2016
Ultima News
Nuovo concept album: ''caTra''
Kaori Oda
Pop
Vai alla Scheda
24⁄07⁄2017
Ultima News
Tredici tracce in 'Gift'
Vai alla Scheda
14⁄08⁄2013
Ultima News
Nuovo album a fine mese
Vai alla Scheda
11⁄06⁄2017
Ultima News
Tutto su ''LUNARIUM''
Vai alla Scheda
07⁄03⁄2014
Ultima News
Blu-ray dei concerti ''FictionJunction YUUKA 2days Special''
See-Saw
Pop
Vai alla Scheda
02⁄07⁄2013
Ultima News
''Kimi wa Boku ni Niteiru ~ReMix2013'' in arrivo
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.39 secondi.