FeedRSS
Forum
Kumi Koda
recensioni
Coperdina di Dejavu - Kumi Koda
Dejavu
Album pubblicato il 23 Febbraio 2011

Nono album per Koda Kumi, prosegue sullo stile oramai avviato da molti anni, amalgamando alla sua formula urban-pop ritmi elettronici e pezzi più lenti. Uscito in due versioni, una regolare e una CD+DVD, il disco si è piazzato alla numero uno, ma nonostante i singoli di ottimo successo, si è rivelato essere non all'altezza delle vendite dei precedenti album, vendendo, finora, poco meno di 180000 copie.
1761 click, 10 voti degli utenti
di aLz
Pubblicata il 23 Marzo 2011
Riproposta ed aggiornata il 03 Aprile 2011
Kumi Koda - Dejavu
Dejavu”, un sostantivo senz'altro intrigante, che riesce ad attirare subito l'attenzione. Di certo però, questo intrigo, nel nono lavoro di inediti della conosciutissima Koda Kumi, non riesce a rispecchiarsi nelle tracce che lo compongono. Premettendo che secondo il mio parere il suo precedente album, “BEST ~third universe~ & 8 thAl “UNIVERSE”, si è rivelato essere un completo fiasco, la nuova prova, seppur superiore, non riesce a offrirci canzoni in grado di emozionarci come in passato aveva fatto con dei capolavori. Il disco è stato comunque promosso da 3 singoli di buon successo, ma nonostante tutto, si è piazzato primo con sole 138,000 copie nella prima settimana, raggiungendo soltanto le 168,000 la settimana seguente. 

Con un'atmosfera che trasmette una leggero clima di sensualità mista ad un aria di mistero, “Prologue to Dejavu” riesce a condensare appieno, in poco più di un minuto, le emozioni che l'album può trasmettere. La marcia di questa piccola introduzione, sfuma poi nella traccia seguente. “POP DIVA” ha avuto opinioni molto contrastanti da parte dei fan: c'è chi dice che sia una canzone noiosa, poco interessante e poco coinvolgente, mentre invece c'è chi la trova sensuale e orecchiabile. Ad ogni modo, la sua melodia richiama alcuni suoi precedenti brani come “TABOO” grazie a quel piacevole miscuglio di urban e electropop che fa da base. Continuiamo con canzoni ritmate e coinvolgenti. La successiva “Lollipop” all'inizio la trovavo molto brutta e poco trascinante, ma col tempo ho avuto modo di poterci ripensare e arrivare alla conclusione che non è poi così male. La base urban è molto martellante, e poco a poco entra nella testa, anche grazie all'aiuto di un sound che vagamente ricorda ogni tanto suoni mediorentali. Finalmente passiamo ad un pezzo più lento, anche se non con delle canzoni da farci ricordare i vecchi tempi. “Okay” apre la strada alle canzoni più downtempo del disco. Questa simil-ballata mescola una base R&B a qualcosa di più pop, come alcune tracce sentite nel precedente album. Il ritmo all'inizio può sembrare trascinante, forte e potente, ma dopo un po' la melassa di suoni poco originali, che si respira, comincia a stufare. Anche Kumi qui non sembra al 100% delle sue possibilità canore. Le cose non migliorano purtroppo con la seguente traccia, “Aitakute”, una noiosissima e piatta ballata pop che ci riporta a brani già sentiti nei suoi lavori di inizio carriera come “affection” e “grow into one”. Il ritornello, che di solito è il punto focale del brano, si mescola insieme alla musica dai suoni pop-R&B, abbastanza generici da far concorrenza alle odierne principessine dell'urban. Passando a qualcosa di più serio e pensato, la successiva “Passing By”, nonostante si tratti della terza ballata consecutiva, finalmente propone una melodia superiore a quelle offerte nelle due precedenti canzoni. Il pianoforte accompagna l'intensa interpretazione vocale di Kumiko, intervallata durante i ritornelli e le strofe da una voce maschile che tanto ricorda le canzoni americane che ultimamente tappezzano le nostre (povere) orecchie. “AT THE WEEKEND” riporta la vecchia e movimentata Koda che tutti ben conosciamo. Sarete sicuramente d'accordo con me nell'ammettere che questa è una delle tracce più dinamiche e sexy del disco. I beat della base riescono a sostenere i brano e a dargli una certa potenza, aiutati anche dalla prorompente e grintosa voce della cantante. Sorpresa sorpresa, a metà dell'album ad attenderci c'è una intelude dal fantasioso titolo: “Interlude to Dejavu”. Con una melodia iniziale che fa venire in mente i film horror, questo breve intermezzo si ispira alla melodia interrotta con l'introduzione. Insomma, niente di più inutile. Mi stavo appunto chiedendo dove fosse finito il lato divertente e allegro della cantante, e con “Melting” ritroviamo questi suoni che hanno caratterizzato molto la carriera della ragazza. E' in tutto e per tutto una scanzonata canzone pop dal sapore di giornate estive passate a divertirsi. Non è di sicuro un arrangiamento originalissimo, ma questo genere di canzoni riesce sempre a trascinare. La decima traccia, è il secondo singolo digitale per Koda, che si propone questa volta con un sound più duro rispetto alla precedente. “Hey Baby!” come canzone riesce a prendere molto anche grazie ad una base pop-rock, con evidenti aggiunte elettroniche. Una scarica totale di energia, che difficilmente si toglie dalla mente, nonostante la breve durata. Continuando sullo stile frizzante, “Choi tashi Life” ripropone lo spirito sereno e spensierato di “Melting” in un modo più pacato, ma sempre brioso. Parlando sinceramente questa canzone non mi ha mai conquistato, sin dal primo ascolto, e tutt'ora non riesco a sopportarla, a causa anche di una base molto noiosa e poco orecchiabile. Tratta dal suo 48° singolo, questa “Anata dake ga” ci riporta alle ballate, e quasi come un flashback, subito ci viene in mente “Aitakute”. Con questa cadenza scialba e poco attraente è difficile non farsi venire in mente gli esperimenti iniziali che la ragazza ci aveva proposto nel lontano 2002/2003. Nemmeno il ritornello riesce a catturare l'attenzione, il che è veramente triste, perché un buon refrain avrebbe potuto tirare su le sorti di questo brano. A seguire troviamo la seconda a-side del suo 48°singolo: “Suki de, suki de, suki de”. Con una melodia molto più calda e trascinante, finalmente troviamo un'altra ballata che riesce ad emozionare l'ascoltatore grazie alla profonda e concentrata voce di Kumi. Il ritornello si distacca abbastanza dal tema della canzone riuscendo così anche a offrire qualcosa che non sia tutto uguale. Ad un punto abbastanza cruciale per la conclusione del disco, questa penultima prova risulta un po' fuori luogo. “Bambi” , come il titolo ci fa immaginare, ci propone una melodia pop-rock dai toni briosi e frizzanti. Non ho molto da dire su questa traccia se non che dopo un paio di ascolti risulta abbastanza banale. Chiudiamo questa nona prova con il botto. “I Don't Love You !?” è una canzone molto potente grazie alla sua prorompente base electrourban. Era da tempo che non sentivamo una canzone così bella e orecchiabile da parte sua. Un piccolo gioiellino da tenere bene a mente per i prossimi lavori. 

Non posso che riprendere le parole dette inizialmente, questo album è superiore rispetto al precedente, ma non di troppo. Un disco che si attesta nella media, con le sue canzoni poco interessanti e noiose e quelle che sono più trascinanti e orecchiabili. Di strada da fare per tornare a vecchi capolavori come “Black Cherry” ce n'è ancora molta, ma lentamente, e passo dopo passo Kumi ce la può fare.
Qualità complessiva delle tracce: 7
Musica: 7.5
Voce: 8
Copertina: 6.5
Copertina Limited Edition/First Press: 6.5
7.1
Media dei voti degli utenti: 7.7
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''Dejavu''
#01
Akemi
Voto: 7
http
mail
do lo stesso voto! sono totalmente d'accordo!
2011-03-23 21:32:28
 
#02
Yuichi
Voto: 9.5
mail
Secondo me questo è uno dei migliori album che abbia mai fatto, altro che scialbo e banale ºwº un bel 9,5 nn glielo leva nessuno!
2011-03-23 22:21:39
 
#03
marty
Voto: 8.5
http
mail
Sono sconvolta dalla recensione...sono decisamente di un altro parere!XD Questo è stato il mio primo album di Kuu-chan (forse dipende da questo) e, sinceramente, l'ho adorato! Privo di grandi difetti, abbastanza ben costruito e soprattutto equilibrato: qualche ottimo pezzo, tante tracce accettabili e uno o due brani poco efficaci. In quanto a struttura, mi ricorda un po’ il To Love di Kana. Decisamente piacevole e mi ha fatto conoscere Kumi nel migliore dei modi. POP DIVA, per quanto non sia pienamente nei miei gusti, la trovo un esperimento troppo interessante, Passing By penso sia affascinantissima (o forse è il video che mi ha conquistato XD) e Bambi la adoro (ripeto, forse è il video). L'unico pezzo che mi ha dato fastidio è Suki DeX3, ma l'ho detestato fin dal singolo e non è stata una sorpresa. Inoltre... sono io, o Aitakute ricorda tantissimo la vecchia Dilemma di Nelly e Kelly Rowland nel ritornello? O_O E poi... cosî poco alle copertine? Io le trovo adorabili! Ok, la finisco col delirio, e volo a sentirmi Black Cherry! ovo
2011-03-24 10:49:45
 
#04
Squall14
Voto: 7
Seguo con piacere la Kumi da tanti anni ed è da sempre una delle cantanti che preferisco e ammetto di dover appoggiare quanto scritto nella recensione. E' normale avere un calo (nessuno la critica per questo), però è fuori discussione che Universe prima e Dejavu poi non siano all'altezza di Trick Kingdom o Black Cherry.
Dejavu è un album nella media (esclusa qualche traccia ben costruita) e sinceramente io dalla Kumi non m'aspetto qualcosa nella media, ma decisamente sopra.... poi ovviamente i gusti son gusti, basta rispettare il parere altrui ^^ .
2011-03-24 11:33:52
 
#05
Kikyo91
Voto: 8.5
boh, personalmente non mi trovo molto d'accordo con la recensione. Si, universe non è stato il massimo però questo deja vù lo supera di molto a mio parere! le tracce sono molto belle speciamente suki dex3, passing by, bambi (la mia preferita, che è tutto tranne che banale a mio avvisoXD), lollipop e okay! Poi vabbè, a mio avviso la avex non produce più al meglio kumi già da un bel po...da dopo trick per intenderci XD si concentra solo sulle uscite della hamasaki praticamente... LOL
2011-03-24 13:08:24
 
#06
CrisCros85
Voto: 6
http
mail
Scialbo e banale sono proprio i due aggettivi che lo descrivono al meglio
2011-03-27 16:02:56
 
#07
kumimoto
Voto: 8
http
mail
devo dire che questo album mi è piaciuto ed anche molto ma ho preferito i brani proposti in trick sopratutto ed in universe.
Penso cmq che kumi abbia fatto un buon lavoro
forse stà sperimentando nuovissime musica che adorerò.
:D
2011-03-27 18:49:28
 
#08
Anna
Voto: 8
http
mail
a me questo album è piaciuto molto, è il mio preferito di kumi! devo dire che effettivamente prologue ed interlude non avevano molto senso nel contesto dell'album, però sono particolari e mi sono piaciute parecchio! poi l'album è un mix tra ballate appassionanti e canzoni allegre direi riuscito bene... non sono molto d'accordo con il voto delle copertine, ok che ricordavano quelle di r'n r C di ayu, però graficamente sono molto piacevoli da vedere: oggetti antichi che fluttuano nell'aria come in un sogno, e colori leggermente desaturati che fanno risaltare i "rossi" che ha addosso kumi, e per questo ce la fanno notare anche senza volerlo... avrebbero giusto potuto evitare di utilizzare la bandiera inglese, cosî si sarebbero evitati il confronto con ayumi :P
2011-03-30 16:00:20
 
#09
Christi
Voto: 7
mail
La Kumi che preferisco è quella dei primi album e del fantastico "TRICK". "UNIVERSE" e "Dejavu" purtroppo non mi hanno colpito particolarmente a parte alcune canzoni, come "Okay" e "AT THE WEEKEND" che adoro. Che sia originalissimo non credo, e il titolo lo dimostra. "Aitakute" è la canzone che ha fatto più successo mentre la promozione di "Bambi" non ha aiutato in alcun modo. Kumi è sempre un'ottima cantante, ma alcune canzoni sono un po' ripetitive e non mi rimangono molto.
2011-04-08 23:51:04
 
#10
just the way u are
Voto: 7.5
E' un ottimo album, non mi sono pendito di averlo comprato ma non mi convince come invece fecero altri grandi capolavori di Kumi(i miei preferiti rimangono ancora Second session, Black Cherry-non a caso e' l'album piu' venduto in quell'anno-, Trick, UNIVERSE): sia Bambi che Passing by non mi hanno dato quell'entusiamo e la voglia di riascoltarle subito, come invece successero con Show girl e just the way you are, SUPERSTAR e You're so beautiful. Ma le canzoni come Hey baby, AT WEKEEND e Choi tashi Life mi piacciono, dove esalta kuh-chan's style!
2011-05-15 12:31:42
 
Aggiungi Un'Opinione
Articoli con riferimento a 'Kumi Koda'
TOP 5 OF 2015
Classifica dei 5 momenti migliori del 2015 secondo Bobby Drake.
Pubblicato il 10⁄01⁄2016 | Scritto da Bobby Drake
Articoli con riferimento a 'Kumi Koda'
SUMMER of LOVE?
Annunciato a sorpresa per questa estate il best album di Kumi "SUMMER of LOVE", la domanda che è sorta spontanea è stata: "ne avevamo davvero bisogno?"
Pubblicato il 14⁄06⁄2015 | Scritto da Bobby Drake
Classifica Album 2007
Classifica dei 100 album piu' venduti in Giappone nel 2007.
Pubblicato il 29⁄05⁄2008 | Scritto da Bobby Drake
Album piu' venduti 2006
Classifica Oricon degli album piu' venduti dal 5 dicembre 2005 al 18 dicembre 2006
Pubblicato il 26⁄12⁄2006 | Scritto da Yuko87
I video piu' scaricati 2006
La Classifica ufficiale dei video musicali piu' scaricati sui cellulari giapponesi nel 2006.
Pubblicato il 26⁄12⁄2006 | Scritto da Yuko87
Artisti Correlati
misono
Sorella minore di Kumi
Vai alla Scheda
01⁄10⁄2014
Ultima News
Due edizioni per 'Uchi'
BACK-ON
Gruppo del marito (KENJI03)
Vai alla Scheda
19⁄07⁄2017
Ultima News
Un best in arrivo
Artisti Simili
BoA
Pop
Vai alla Scheda
08⁄07⁄2017
Ultima News
Nuova canzone per il Giappone
MEILIN
Pop
Vai alla Scheda
14⁄02⁄2010
Ultima News
Secondo singolo coreano: 'INNOCENT'
ARIA
Urban
Vai alla Scheda
25⁄11⁄2011
Ultima News
Nuovo singolo a Gennaio?
miray
Urban
Vai alla Scheda
02⁄10⁄2010
Ultima News
Due canzoni per un drama: nuovo singolo?
lecca
Urban
Vai alla Scheda
19⁄02⁄2017
Ultima News
''High Street'' è il nuovo album
HYNA
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
01⁄05⁄2017
Ultima News
Nuovo singolo: ''Just You and I''
Vai alla Scheda
01⁄06⁄2014
Ultima News
Nuova canzone: ''Future''
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.3 secondi.