tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
MEG
recensioni
Coperdina di STEP - MEG
STEP
Album pubblicato il 18 Giugno 2008

Come “BEAM”, anche questo album punta ad uno stile decisamente techno con molte influenze dalla eurodance e dalla house.
E' inoltre il primo album di MEG ad essere uscito anche in versione CD+DVD. Per promuovere il disco sono stati pubblicati anche i singoli di “MAGIC” e “HEART”.
1155 click, nessun voto degli utenti
di zefis90
Pubblicata il 20 Settembre 2009
Senza alcun dubbio MEG è una delle mie musiciste giapponesi preferite, capace di plasmare il panorama elettronico, decisamente stantio negli ultimi anni, a suo modo e piacimento e di tirare fuori delle perle di una bellezza unica. Purtroppo “STEP” non prosegue questa tendenza, risultando essere un disco di media fattura, fatto alla scappa e fuggi, poco sentito e sicuramente appena sufficiente sotto molti punti di vista. E bisogna purtroppo esprimere il nostro dispiacere, perché partiva come un progetto decisamente interessante, improntato a sonorità più eurodance e futuristiche, che però occupano solo una minima parte del disco, quella veramente degna della migliore Keiko, a scapito di una serie di tracce una più debole e dispersiva dell'altra, che troppo fa l'occhiolino al precedente “BEAM”, nettamente più originale e più sentito.

Ad accoglierci troviamo “MAGIC”, un pezzo apripista abbastanza scontato e consueto. Se può apparire anche abbastanza carino come brano d'introduzione, in realtà l'ascoltatore attento di MEG ci riconoscerà in moltissimi punti dei chiari riferimenti ad “Amai Zeitaku” del precedente lavoro, con questa sensazione di aver già rivissuto e già sentito queste basi molto ritmate e pronunciate, tipicamente da discoteca. Sinceramente, non è proprio il massimo, e già dalla partenza non si riceve una buona impressione, impressione che continua anche col seguente “KITTENISH”. Benché sia una traccia leggermente più originale, con molti rimandi ad un sound più vicino alla nostra realtà europea, non convince comunque particolarmente e ci dà ancora di più l'idea che questo disco sia stato realizzato troppo velocemente, senza un progetto sostanzioso alla base. Fortunatamente “MAKE LOVE” risolleva le sorti di quest'inizio alquanto deludente. Introdotti sin dall'inizio in un feeling più da discoteca, con questa base elettronica così potentemente ritmata e progressiva (il brano dura oltre 7 minuti), la canzone ha evidenti rimandi allo stile elettronico adottato da Ami Suzuki (mi spiace sfruttare questo parallelismo in questo modo, ma i rimandi sono più che evidenti). Melodie techno d'impatto, voci vocoderizzate, strumentazione ridotta veramente all'osso, il tutto per ricreare la combinazione perfetta per il dancefloor più esclusivo. Ma i brani interessanti non si limitano solo ad una minuscola unità, ecco che anche “PRISM BOY” viene a mostrarci che MEG delle volte, è ancora capace di sorprendere e stupire. Aprendosi con un beat futuristico, quasi si trattasse di una nuova avventura nello spazio, per molti versi non molto distante a quella perla che è “OK”, il brano fonde con estrema pulizia l'aspetto canoro e quello musicale, in un mix conturbante, caotico, ma assolutamente irresistibile. A mio avviso, la creatività e la maturità che si ricava dai precedenti due pezzi costituiscono il nucleo centrale, e di più spiccato fervore, di questo disco, che per il resto, non riesce a coinvolgere o ad emozionare più di tanto. E già “HEART” ne costituisce la prova del nove. Dovrebbe assurgere ad una funzione di rilasciamento ottenuta coi precedenti brani, ma il tutto si sfalda, non regge al confronto, diventa pesante e narcotico. Presenta sonorità già troppo e abbondantemente sfruttate, saturate dall'utilizzo e dall'usura, che stufano sin dai primi battiti. Una traccia tra chillout e techno, che all'ascolto si palesa in tutta la sua piattezza di fondo, senza che comunque il seguito riesca ad emozionarci più di tanto. “SUPERSONIC”, nei suoi estenuanti sette minuti di durata, ripete allo stremo elementi futuristici-eurodance già gustati e goduti a sufficienza in “MAKE LOVE” o “PRISM BOY”, in un evidente, quanto profondo, calo di ispirazione. MEG, se veramente dovevi raschiare il fondo del barile, tanto valeva espungere questo pezzo dalla redazione finale, no? “SEARCHLIGHT” è una fedele, quanto indegna, riproposizione dell'altrettanto indegna (della Keiko più volenterosa e creativa) “HEART”, ed ecco che incomincia a venirmi una stretta al cuore. Certo, è chiaro che in un artista che si rispetti ci sia sempre una fase, più o meno forte, di defaillance e di crisi artistica, ma questo in genere avviene dopo un bel po' di anni e con alle spalle una carriera piena di successi.
Ora, MEG indubbiamente è un'artista dal potenziale enorme, e dalle più che ottime capacità, ma non si può permettere, vista la sua limitata notorietà in patria, di sbagliare nemmeno un colpo, se ci tiene veramente ad essere apprezzata e ad affermarsi professionalmente. E questo settimo brano, non rispecchia nemmeno un attimo quello che ha espresso, più o meno bene, durante la sua brevissima seppur proficua carriera, quella sua spinta innovatrice che in pochi hanno saputo usare in maniera così meravigliosamente audace. Sembra quasi di trovare una popstar in crisi alle prese con un'ennesima scadentissima autocitazione, ma MEG, che mi combini? Purtroppo nemmeno “NATALIE” pare poter farci ricredere, farci pensare, che forse, sotto sotto, ci eravamo sbagliati nel giudizio; pur aprendosi con un pesante afflato di batterie e basi, e facendoci nuovamente gustare una MEG con una voce non così eccessivamente modificata, la traccia non ha quel perché che si poteva invece riscontrare in altri brani del medesimo “STEP”, e non ha quella marcata attitudine a cambiare stile così eccellentemente ogni qual volta se ne presentava l'occasione. A completare la tracklist di questo disco dal nucleo decisamente malaticcio, ecco che si presentano gli ennesimi, dannatamente inutili e insensati remix: il motivo per cui MEG si avvalga sempre e comunque di remix per completare ogni suo lavoro ancora mi sfugge, fatto sta che nessuno sembra averle detto che forse ciò alla lunga risulta essere piuttosto fastidioso, visto che si parla di semplici riempitivi, dal fascino pressoché nullo. Ed ecco, che “KITTENISH (ynnk mix)”, è anni luce lontana dalla (mediocre) versione originale, non mette in mostra nessun lato che poteva emergere in una forma diversa e più alternativa ripetendo ossessivamente un “disco, disco”, che porterebbe alla pazzia qualunque persona minimamente cosciente di ciò che ascolta, mentre invece “PRISM BOY (extended mix)”, come lo stesso titolo suggerisce, è una versione allungata del brano più affascinante e coinvolgente del disco, con ritocchi minimi e superflue aggiunte che sanno di stantio e di carente. Una fine pessima per un inizio che, se non era stato idilliaco, almeno toccava la sufficienza.

Discreti, anche se non eccelsi come altri suoi PV, i video girati per “MAGIC” e per “HEART” contenuti nel DVD venduto nell'edizione deluxe. Colorati, ricercati, futuristici come sempre, ma che difettano di particolare ricerca e impegno (anche se bisogna riconoscere che il finale del video di “MAGIC” è molto divertente e assurdamente ironico, e MEG che canta con una frusta per sbattere le uova in “HEART” è veramente esilarante).

Che dire? Per la prima volta, MEG ci offre un lavoro affrettato, discontinuo, eccessivamente prevedibile e scontato, da musiciste di livello notevolmente più basso rispetto al suo, che in tutta la sua fiacchezza si erge in due soli momenti, momenti che ci fanno rimpiangere quanto di bello ci ha saputo regalare negli anni trascorsi, che ci fanno venire voglia di credere che questa sia una fase tutta da dimenticare e da archiviare senza rimpianti, nella speranza di prodotti più carismatici e autentici
Qualità complessiva delle tracce: 5
Musica: 5
Voce: 5
Copertina: 7
Copertina Limited Edition/First Press: 7.5
Contenuti DVD: 7
6.08
Nessuna opinione sul disco ''STEP''. Aggiungine Una!
Artisti Simili
Vai alla Scheda
10⁄09⁄2015
Ultima News
Il ritorno con un singolo digitale
CAPSULE
Pop
Vai alla Scheda
22⁄08⁄2015
Ultima News
12 tracce in ''WAVE RUNNER [Deluxe Edition]''
SAWA
Pop
Vai alla Scheda
30⁄12⁄2016
Ultima News
Nuovo mini-album: ''Ijippari Mermaid''
immi
Pop
Vai alla Scheda
26⁄03⁄2013
Ultima News
Mamma di una bimba
Perfume
Pop
Vai alla Scheda
10⁄08⁄2017
Ultima News
Rivelato 'If you wanna'
Vai alla Scheda
15⁄11⁄2012
Ultima News
Ritorno in scena con un nuovo singolo digitale
Saoriiiii
Pop
Vai alla Scheda
29⁄03⁄2017
Ultima News
Nuova canzone prodotta da SAWA
Vai alla Scheda
06⁄12⁄2011
Ultima News
Tutto sul nuovo best
marino
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
06⁄08⁄2012
Ultima News
Ecco il repackage
Vai alla Scheda
24⁄08⁄2016
Ultima News
Nuova colonna sonora ad ottobre
amU
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
16⁄02⁄2013
Ultima News
''Niji-iro no Hana'' è il nuovo digital single
AMWE
Pop
Vai alla Scheda
21⁄09⁄2010
Ultima News
Arriverà in europa
Vai alla Scheda
01⁄06⁄2014
Ultima News
Nuova canzone: ''Future''
Vai alla Scheda
30⁄04⁄2016
Ultima News
Svelato il singolo con Yohske Yamamoto
Vai alla Scheda
19⁄03⁄2017
Ultima News
Tutti i dettagli sulle nuove uscite
Yun*chi
Pop
Vai alla Scheda
25⁄07⁄2017
Ultima News
Cover per 'Canvas*'
Vai alla Scheda
09⁄08⁄2013
Ultima News
Nuovo disco a settembre
Vai alla Scheda
23⁄07⁄2017
Ultima News
Svelato il nuovo live
Vai alla Scheda
09⁄08⁄2017
Ultima News
Nuovo album pronto
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2021 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.57 secondi.