tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
Mao Abe
recensioni
Coperdina di Tatakai wa Owaranai - Mao Abe
Tatakai wa Owaranai
Album pubblicato il 06 Giugno 2012

Quarto album, anticipato dai singoli "Soba ni Ite", "Sekai wa Mada Kimi wo Shiranai", e l'omonimo "Tatakai wa Owaranai".
772 click, nessun voto degli utenti
di Shonen Bat
Pubblicata il 29 Settembre 2014
Riproposta ed aggiornata il 26 Ottobre 2014
"Tatakai wa Owaranai" è il quarto album per Mao Abe, esce in due edizioni differenti: la regolare e quella con un DVD che contiene ben otto filmati, tra making-of, video di backstage, videoclip e live. L'album raggiunge la 6° posizione della classifica Oricon, rimanendovi per ben sette settimane.

"How are you?", inizia così l'album, con rimbalzi sul rullante fino a quando entran le chitarre e la ritmica cambia. La voce rallenta molto la canzone, ma la linea vocale sembra improvvisata sul momento, non fa nulla di speciale, mentre l'accompagnamento per lo meno cambia. Nel ritornello c'è più grinta indubbiamente, ma le chitarre in sottofondo son troppo monotone per lasciar il segno, e rimangon tali anche nella variazione che segue. Ha un inizio più particolare "Tatakai wa Owaranai", canzone sin da subito più ricercata, la voce entra in scena presto, questa volta però è l'energia che accende il pezzo, ci son numerosi cambi e stop nella strofa, soprattutto in procinto del ritornello, quest'ultimo è molto sentito, ben scandito, ed il coro in sottofondo è un vantaggio per la voce che finalmente mostra il suo vero volto. La traccia è molto vivace ed orecchiabile, soprattutto a livello strumentale, meglio strutturata della precedente, con un solo prima del bridge finale, che vede la voce in primo piano, nel silenzio. "Sekai wa Mada Kimi wo Shiranai" ha un inizio brillante, con la chitarra in solo, in alto, lì dove poi va a poggiarsi la voce, la struttura del pezzo è simile a quelli precedenti, ma si senton di più effetti e tastiera qui. Il ritornello è molto orecchiabile, perfettamente pop, con alcuni vocalizzi che danno alla linea vocale un'andatura più ritmata, più leggera. C'è di nuovo un solo, nello stile dell'apertura della canzone, stesse tonalità, quindi il pezzo non va a perder di dolcezza e non perde quel velo naive che lo ricopriva. L'inizio di "Haru" è particolare, con dei vocalizzi in sottofondo, sembran quasi di sirena, mentre il piano scandisce ogni battuta, prima di scomparir all'inizio della strofa. La line vocale è docile, gentile, ma forse un po' troppo ridondante e costringe così l'accompagnamento, soprattutto nella strofa, ad esser marginale. Tutto cambia prima del primo ritornello, c'è un forte crescendo che sboccia come la primavera a cui si riferisce il titolo della canzone, una piacevole sorpresa. "Kimi wo Omotta Uta" è aperta subito dal ritornello, in maniera più leggera, con la voce in evidenza, rispetto alla traccia precedente, è molto più viva, profonda e solida, in qualche modo severa. Non manca un ottimo accompagnamento, e azzeccata si rivela la chitarra acustica in sottofondo, che regge la base quando le due chitarre elettriche si dividono la scena nel bridge che riporta alla strofa dopo il ritornello, o nella strofa stessa anche. La tonalità della voce è molto naturale, senza forzature, anche nella variazione, dove la batteria si getta sulle percussioni, per poi chiuder il pezzo come aveva iniziato. "Soba ni Ite" è la canzone eseguita voce-piano, lentamente parte, un'atmosfera molto blu, ma di un blu limpido, lontano e malinconico. Cristallina è la voce, piena, senza sbavature, sentita, calorosa, con un grazioso cambio di tonalità sul finale prima dell'ultimo ritornello. Va notato come accompagnamento e voce, cambino da strofa a strofa, anche se piccole variazioni, rendon il pezzo per nulla noioso, e più leggero da ascoltar. Si cambia registro con "Kirawarete nai Kana", torna la chitarra acustica, e si porta dietro anche gli altri strumenti, la voce inizia subito e le linea che disegna è curiosa, rimane appesa, salta come un sasso sul pelo dell'acqua, mentre stabile è la chitarra prima del piccolo solo che va a collegar le strofe. Nota a margine meritano piano e batteria, il primo fa poco ma molto bene, la seconda sul charlestone, ha molti contro-tempi che animano l'accompagnamento. La canzone nel complesso, da le sensazioni che si hanno osservando un aquilone in volo, in un cielo azzurro. Dalla stessa corrente si vien portati verso "Sunday morning", che all'atmosfera spensierata della canzone precedente, aggiunge anche le trombe ed un ritmo più veloce, ma l'effetto è forse troppo pop, diventando così un pezzo sì frizzante ma un filo banale. "Playboy" ha un inizio molto particolare, tom e clap, prima di quel "playboy" che fa iniziar la canzone, cantata con un timbro vocale molto da teenager, alto ed infantile. Si torna sulla falsa riga del pezzo precedente, a livello qualitativo l'accompagnamento è molto semplice, pochi cambi e molti effetti, e così la voce, che nasconde tutte le positive mostrate nei pezzi precedenti, se si avvicina a "Soba ni Ite", sembra clamorosamente un'altra persona alla voce, sia per intonazione ma proprio per arrangiamento. "Koko ni Ite" ha un dolce inizio, con sonorità un po' retrò, pacate, e così rimane anche quando entra la voce, docile. Chitarra acustica di nuovo, e piano, con differenti effetti tra strofa ed intro, la batteria è lineare, mentre la voce ha una linea particolare, che rallenta nel bridge precedente al ritornello, s'alza di poco, ma l'effetto è troppo prolungato per generar qualcosa che rimane impresso nella mente, e stessa cosa purtroppo avviene nel ritornello. Un pezzo che poteva durar benissimo la metà di quanto è in realtà. Ancora chitarra acustica per l'inizio di "18-sai no Uta", stessa linea vocale delicata del pezzo precedente, ma per come s'adagia sulle corde, è ben fatta, e mostra qualcosa di diverso e più luminoso rispetto al fioco riflesso delle due tracce precedente. Un pezzo molto sentimentale, si può definir una "ballad", merita un ascolto. Si va a chiuder con "for you", che prende la carica lasciata nelle tracce che l'hanno preceduta direttamente. Riprende la tonalità vocale "Salaryman no uta", del primo album, ma poi si trasforma in un pezzo molto vivace, orecchiabile. Parte sul rullante, e poi entra la voce, certo, si capisce anche senza esser parlanti nativi giapponesi, che il testo non brilla per originalità, ma cantato vien tutto meglio, la voce è brava a entrar i tempi vuoti o gli accenti creati dall'accompagnamento. La variazione è pregevole, c'è un piccolo solo prima del rientro della voce, una chiusura però azzeccata per l'album.

Da quel che ha mostrato nel primo album, forse ci s'aspettava qualcosa in più da un album che da l'impressione di esser fatto forse con poche idee, o che comunque avrebbe potuto contener circa 3-4 tracce in meno data la qualità. La voce in alcuni pezzi rimane caratteristica, d'altronde non si può nasconder un timbro così particolare, che forse s'addice a canzoni forse un po' più rock che magari pezzi leggeri e meramente pop. Forse un piccolo passo falso per la cantante, ma che presenta comunque alcune tracce di buon livello.
Qualità complessiva delle tracce: 5
Musica: 5.5
Voce: 6.5
Copertina: 6.5
5.88
Nessuna opinione sul disco ''Tatakai wa Owaranai''. Aggiungine Una!
Artisti Simili
LOVE
Pop
Vai alla Scheda
16⁄03⁄2011
Ultima News
Ecco i dettagli di 'Telepathic Love Songs'
Aya Kamiki
Rock
Vai alla Scheda
09⁄07⁄2015
Ultima News
Nuovo gruppo UROBOROS con Kurose degli Asriel
Vai alla Scheda
04⁄02⁄2011
Ultima News
Ecco la cover di Ai ga Hoshii yo
YUI
Rock
Vai alla Scheda
16⁄08⁄2015
Ultima News
Sono nati due gemelli
SHIGI
Rock
Vai alla Scheda
14⁄09⁄2010
Ultima News
Si torna a registrare
BECCA
Rock
Vai alla Scheda
25⁄02⁄2011
Ultima News
Covers e tracklist del 'BEST'
Kylee
Rock
Vai alla Scheda
20⁄01⁄2013
Ultima News
Cover per il nuovo singolo
miwa
Pop
Vai alla Scheda
26⁄07⁄2017
Ultima News
Nuovo DVD in arrivo
SCANDAL
Rock
Vai alla Scheda
13⁄01⁄2017
Ultima News
Tracklist e cover di 'SCANDAL'
Rihwa
Rock
Vai alla Scheda
07⁄08⁄2017
Ultima News
'Michishirube' sarà il nuovo singolo
LoVendoЯ
Pop
Vai alla Scheda
26⁄06⁄2017
Ultima News
Il ritorno a settembre
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.42 secondi.