tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
Mitsuki Aira
recensioni
Coperdina di PLASTIC - Mitsuki Aira
PLASTIC
Album pubblicato il 22 Luglio 2009

L'album contiene fondamentalmente electropop che però si mischia con altri suoni come nu jazz, new age, dance anni '80/'90, techno, electro e il più semplice pop. Per promuovere l'uscita del prodotto è stato girato il videoclip di Plastic Doll e il disco riuscì a raggiungere la 15° posizione in classifica.
967 click, nessun voto degli utenti
di Bobby Drake
Pubblicata il 24 Febbraio 2010
Mitsuki Aira - PLASTIC
Mitsuki Aira - PLASTIC
Si sa, il 2009 è stato di sicuro l’anno più electropop che la musica Giapponese abbia mai visto e sentito. E’ stato pubblicato il primo best of dei capsule, il terzo album delle Perfume, ci sono stati i debutti major di immi e SAWA, MEG ha rilasciato un album e un mini-album e, tra tutti questi artisti, anche la nuova principessa di questo genere (dico principessa poiché la reginetta penso proprio che sia MEG) si è voluta imporre rilasciando il suo secondo disco PLASTIC. Con un look biondo tutto nuovo e quattro singoli di distanza da C.O.P.Y, questo suo secondo lavoro si colloca su un piano totalmente diverso rispetto al suo predecessore. Non che lo stile dell’artista sia cambiato, però questo PLASTIC è di sicuro più maturo e, oserei dire, maggiormente sperimentale rispetto all’ancora, concedetemi il termine, “infantile” primo disco che, anche se confezionato perfettamente bene e pieno di bella musica e tracce, rimane comunque un disco di debutto più semplice e “giocherellone”. 


Ad aprire il disco non poteva che esserci ROBOT HONEY, brano rilasciato come primo singolo dopo la realizzazione di C.O.P.Y, una canzone allegra, appariscente, colorata, frizzante e a dir poco ilare. La base musicale è creata da suoni semplici, chiari e piuttosto elettronici che ricordano parecchio certe colonne sonore di vecchio videogiochi come un Tetris o un Super Mario. La voce di Mitsuki è spensierata, leggera ed intona il suo motivetto con semplice delicatezze e maestria riuscendo così a far apprezzare da chiunque, anche se non amanti del genere, questo pezzo che, indiscutibilmente, trasmette un senso di beata tranquillità. Prima collaborazione che troviamo nel disco è Summeeeeeeeer in cui la musica electropop della nostra artista si mixa con la voce delicata e fanciullesca di KOZUE AYUSE, cantante giapponese di R&B e di pop. Ad essere sincero è difficile capire quale voce appartenga a chi in questo pezzo poiché entrambe le cantanti hanno due timbri molto simili e squillanti in questo pezzo. La base musicale del pezzo è piuttosto simile al brano precedente poiché è un mix di pop e suoni più dance anni ’90 semplici, allegri e dalle poche pretese; peccato soltanto che in questo pezzo non sia stato fuso l’R&B di KOZUE con l’electropop di Mitsuki, ma speriamo che nel prossimo disco l’artista decida di sperimentare ancora di più. Direttamente da MORE! MORE! MORE! ecco Knee-high Girl, un brano che sembra essere il continuo non ufficiale di e.d.i.t., pezzo contenuto nella decima fatica dei capsule, il duo electropop più famoso del Giappone, poiché ricalca molto similmente il mix di suoni e di base musicale creato in questo pezzo senza però assomigliargli direttamente. Con questo non voglio dire che la cantante abia copiato il pezzo, ma di sicuro l’ultima sperimentazione dei capsule ha influenzato notevolmente la carriera della giovane ragazza e in particolare ha influenzato questo brano. La traccia si basa principalmente sul mix di suoni techno che risulta essere caotico, futuristico, allegro, energico e pieno di brio; la parte canora manca del tutto in questo pezzo se non per delle piccole strofe ripetute per tutto il tempo ma di cui non si capisce nulla poiché la voce è distorta e modificata in modo da risultare incomprensibile. Con questo brano, penso che Mitsuki si sia distaccata nettamente dal suo precedente disco riuscendo a posizionarsi su un piano superiore e più intenso come suoni e musica. Seconda collaborazione dell’album è BAD trip in cui la cantante lavora con il proprio produttore Terukado e di cui si sente immensamente l’influenza nella musica e nei suoni. I suoni sono molto più cupi rispetto a quelli dei tre precedenti pezzi e il produttore è riuscito a creare una base musicale caotica ma molto ordinata nel suo complesso poiché ogni suono ed effetto ha un suo ordine e una sua posizione nel pezzo e non si trovano ripetizioni tra i vari cambi di ritmo all’interno del pezzo. Scordatevi l’electropop per questo pezzo e aspettatevi qualcosa di molto più techno ed electro poiché se ascoltate Terukado e vi piace questi generi musicali non potete di sicuro rimanere delusi. Sempre sulla stessa linea di BAD trip si colloca CHANGE MY WILL che strizza in modo molto evidente l’occhiolino a certi pezzi del gruppo inglese The Prodigy dato che presenta una base musicale rumorosa, veloce, confusa, claustrofobica, incalzante, incasinata e assurda. Il pezzo è un mix pesante di suoni elettronici e techno che si rincorrono tra loro, si mescolano e non danno un attimo di respiro alla parte canora che cerca di rincorrerli restando al loro passo. Incredibile e sperimentale, questa CHANGE MY WILL è una delle tracce meglio riuscite all’interno dell’album poiché ci mostra una Mistuki potente, graffiante, glamour e soprattutto arrabbiata. Per farci prendere un po’ di respiro, la cantante dopo questi ultimi due pezzi ha inserito HIGH SD Sneaker che,anche se dall’attacco può sembrare una ballata, dopo pochi secondi si trasforma in un energico pezzo electropop fortemente influenzato da suoni elettronici e quasi house. Anche qui l’influenza dei capsule si fa sentire nella base musicale e nelle strofe, e il pezzo risulta essere molto particolare soprattutto per il suo alternare un ritornello piuttosto pacato a delle strofe più rumorose, caotiche e graffianti. Dopo una sfilza di sei brani allegri e pieni di potenza, Mitsuki ha voluto posizionare distant STARS la prima e unica ballata del disco che si presenta come una canzone pop leggera e pacata dalla base piuttosto minimal ed electropop. Anche se non è toccante come delle ballate dello stesso genere tra cui una Cosmic Pink di immi, questo pezzo è piuttosto interessante poiché la voce dell’artista è tranquilla, rilassante e si fonde meravigliosamente con quella che è una morbida base musicale. La frizzante Plastic Doll è invece una traccia che presenta una certa influenza quasi new age nella base musicale onirica e piuttosto eterea che mixa suoni particolari con effetti più electropop. Nel complesso questa sperimentazione è alquanto deludente dato che da una Mitsuki ci aspettiamo qualcosa dal maggior carattere e dal maggiore spessore, mentre questo brano è mediocre e facilmente dimenticabile. Vi ricordate le canzoni americane dance anni ’80? Beh, con Sapuri potrete fare un breve tuffo nel passato in questo genere musicale poiché è un mix ben riuscito della dance degli anni passati e del moderno electropop che tanto caratterizza questi ultimi due anni il mercato della musica Giapponese. Allegra, spensierata e leggera, questa Sapuri è un ottimo modo per fare pausa e per rilassarsi prima di affrontare gli ultimi sei brani di questo meraviglioso disco. Non mi sarei mai aspettato di poter ascoltare l’electropop fuso con la musica lounge e nu jazz ma in Natsu Ame, in collaborazione con Kuchiroro, la Aira è riuscita a fondere questi tre generi musicali in un pezzo che è quasi al limite della musica folk, rimanendoci comunque molto lontana. Il pezzo presenta per la prima volta in questo album una base musicale creata non solo da effetti e suoni elettronici, ma anche da una batteria, da strumenti a percussione e da una tromba che riescono a dare un tocco in più al tutto riuscendo a creare un’atmosfera goliardica e travolgente come non mai. Interessante è anche la collaborazione canora tra i due artisti che si danno il cambio nell’intonazione delle strofe e del ritornello riuscendo a destare maggiormente l’attenzione dell’ascoltatore che si sente coinvolto in questa festa di suoni travolgenti e spumeggianti. Ultima collaborazione del disco è Time is con Shigeo dei The Samos, band con cui ha collaborato spesso l’artista immi, un pezzo che mischia dance, electro, pop e suoni onirici e trasparenti che vanno a creare un’atmosfera molto particolare e ricercata. L’elemento prevalente è di sicuro la dance ma essa viene mischiata perfettamente con qualcosa di più pop dato soprattutto dalla voce e dalla parte canora di Mitsuki che, anche se in contrasto con la base musicale, si adatta perfettamente con essa riuscendo a creare un pezzo funzionale e perfettamente in linea con lo stile dell’artista. Molto probabilmente, come è successo a me, Sayonara TECHNOPOLIS non vi entusiasmerà ad un primo ascolto poiché forse, come ho pensato io, lo riterrete un pezzo piuttosto scontato, o forse no, in ogni caso è un brano pieno di potenziale e di energia che però, purtroppo, non riesce e dare il meglio di se poiché ha una base musicale piuttosto piatta e una parte canora che non riesce a destare tutto questo interesse nell’ascoltatore. Nel complesso non è un pezzo riuscito male però è troppo spento e molto poco energico. A farci ritornare a brani come ROBT HONEY ci pensa BARBiE BARBiE una divertente quanto briosa canzoncina che rappresenta al meglio lo stile glam-electropop che tanto caratterizza questa artista. Allegra, giocherellona, scherzosa, dalle poche pretese e solare, questa traccia è una delle più divertenti e meglio riuscite al’interno del disco poiché ci mostra quella Mitsuki ancora attaccata a suoni e basi musicali appartenenti al primo album, ma comunque cresciuta, poiché troviamo suoni più ricercati e meglio studiati che riescono a confezionare questo brano che si adatta perfettamente al suo stile. A chiudere il pezzo ci pensano gli otto minuti e mezzo di Re: † un brano che, ammetto, non sono ancora riuscito ad ascoltare per intero. Il pezzo è troppo pretenzioso poiché presenta suoni troppo duri e troppo sperimentali che non appartengono alla Aira ma ad una cantante differente e il pezzo sembra anche essere stato confezionato in due minuti e con molta poca volontà. Sarebbe stato meglio che il disco si fosse chiuso con BARBiE BARBiE, ma Mitsuki ha voluto strafare e a volte “il troppo stroppia!”.

Nella versione limitata del disco troviamo 8 tracce remix di brani di questo album e del precedente e, ad essere sincero, sarebbe molto meglio che voi vi prendiate l’edizione limitata CD+DVD piuttosto che quella con il CD remix poiché è assolutamente inutile e ascoltare dei remix di brani electropop che tendono alla electro o comunque alla dance la trovo una cosa assolutamente inutile. 

Nel DVD invece contenuto nella seconda edizione limitata, troviamo ben 7 videoclip di canzoni sia del primo album che di questo poiché, quando Mitsuki ha pubblicato il primo disco, l’ha fatto uscire senza il DVD e per compensare ha voluto inserire i video musicali dei suoi primi singoli in questa edizione del suo secondo disco e, detto tra noi, ha fatto assolutamente bene poiché i suoi videoclip sono colorati, esuberanti, particolari e molto divertenti. Inoltre troviamo uno speciale filmato di making of che si guarda con piacere ma che non è essenziale.

Il 2009 è di sicuro stato l’anno in cui la mia voglia di musica electropop è stata appagata appieno e sono stato saziato dalle uscite di molti artisti, ma quella che mi ha meravigliato di più è stata di sicuro PLASTIC con cui Mitsuki si è presentata molto più matura dal punto di vista artistico poiché ha voluto sperimentare varie influenze nei suoi brani e, devo dire, ci è riuscita perfettamente e sempre in sintonia con quello che è il suo stile caratteristico. Se continua così, di sicuro MEG dovrà lottare con le unghie per tenersi stretta il titolo di reginetta di questo genere poiché quello di principessa la cantante è già riuscito ad ottenerlo, e il passo da principessa a reginetta è davvero corto. 
Qualità complessiva delle tracce: 9
Musica: 8.5
Voce: 8
Copertina: 8.5
Copertina Limited Edition/First Press: 8.5
Qualità Promo Picture: 8
Contenuti DVD: 8.5
Cover DVD: 8.5
8.44
Nessuna opinione sul disco ''PLASTIC''. Aggiungine Una!
Artisti Simili
MEG
Pop
Vai alla Scheda
23⁄02⁄2017
Ultima News
E' nato la prima figlia
Perfume
Pop
Vai alla Scheda
10⁄08⁄2017
Ultima News
Rivelato 'If you wanna'
SAWA
Pop
Vai alla Scheda
30⁄12⁄2016
Ultima News
Nuovo mini-album: ''Ijippari Mermaid''
immi
Pop
Vai alla Scheda
26⁄03⁄2013
Ultima News
Mamma di una bimba
Vai alla Scheda
15⁄11⁄2012
Ultima News
Ritorno in scena con un nuovo singolo digitale
Saoriiiii
Pop
Vai alla Scheda
29⁄03⁄2017
Ultima News
Nuova canzone prodotta da SAWA
Vai alla Scheda
06⁄12⁄2011
Ultima News
Tutto sul nuovo best
marino
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
06⁄08⁄2012
Ultima News
Ecco il repackage
amU
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
16⁄02⁄2013
Ultima News
''Niji-iro no Hana'' è il nuovo digital single
mini
Pop
Vai alla Scheda
31⁄10⁄2013
Ultima News
Nuova musica in arrivo?
AMWE
Pop
Vai alla Scheda
21⁄09⁄2010
Ultima News
Arriverà in europa
Vai alla Scheda
01⁄06⁄2014
Ultima News
Nuova canzone: ''Future''
Vai alla Scheda
19⁄03⁄2017
Ultima News
Tutti i dettagli sulle nuove uscite
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Yun*chi
Pop
Vai alla Scheda
25⁄07⁄2017
Ultima News
Cover per 'Canvas*'
Vai alla Scheda
09⁄08⁄2013
Ultima News
Nuovo disco a settembre
FEMM
Pop
Vai alla Scheda
24⁄12⁄2015
Ultima News
Tanti remix nel primo mini-album
Vai alla Scheda
13⁄11⁄2016
Ultima News
12 tracce in ''here and there''
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2022 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.69 secondi.