FeedRSS
Forum
ORIGA
recensioni
Coperdina di AURORA - ORIGA
AURORA
Album pubblicato il 05 Ottobre 2005
Settimo Album.
1842 click, 4 voti degli utenti
di Christi
Pubblicata il 25 Agosto 2007
Riproposta ed aggiornata il 30 Ottobre 2009
ORIGA - AURORA
ORIGA - AURORA
ORIGA - AURORA
''AURORA'' è il settimo album della cantante russa ORIGA, protagonista di diverse collaborazioni Giapponesi. La cantante è famosa per aver cantanto canzoni in inglese, giapponese, russo ed italiano, ed a lei ed a Yoko Kanno vanno i complimenti per le opening di Ghost in the shell.

Iniziamo l'ascolto con ''Aurora'', la traccia principale dell'album, cantata in russo. Bisogna dire che ORIGA non ha un vero e proprio stile: le sue canzoni possono essere considerate pop, ma hanno tutte una loro particolarità. ''Aurora'' rimanda moltissimo all'oriente grazie anche alla collaborazione maschile che intona melodie tipiche dei paesi a noi lontani. Ascoltando la voce della cantante, possiamo comunque intuirne le potenzialità e l'infinita bellezza.
Proseguiamo con ''Chance, cantata completamente in giapponese. Il ritmo scandito può rimandare in qualche modo all'R&B, ma neanche questo ferma ORIGA, che raggiunge note molto alte, alternandole a diverse scale.
Ritorniamo al russo con la dolce e malinconica ''Promise'', dove possiamo sentire influenze di diversi paesi. Di un nuovo, il ritmo è molto scandito e facile da seguire, in modo da affascinare subito l'ascoltatore.
Una delle sorprese di ''AURORA'' è stata sicuramente ''Kalinka''. Anche se il motivetto che incontriamo al ritornello affrontato dalla voce di ORIGA ci rimanda alla Russia, interviene il rap inglese di un collaboratore, che rende il tutto particolarissimo e ricercato. La voce della cantante a volte appare ancora più alta e cristallina.
Un'altra traccia influenzata dal paese d'origine dell'artista è ''Polyushko-pole''. Lo stile è molto simile a quello di ''Promise'', ma il tema è diverso così come le note scelte.
Ritorniamo al Giappone con la bella ''Asa ni michite''. Iniziamo l'ascolto di questa dolce ballata con ORIGA accompagnata da un'arpa. Al ritornello intervengono strumenti ad arco, a rendere il tutto affascinante ed al tempo stesso un po' triste.
''Don't let me go'' inizia come una qualsiasi ballata, ma guadagna bellezza e particolarità una volta raggiunto il ritornello, dove si uniscono altri strumenti.
''Aney, unborn child'', completamente in inglese, è una delle canzoni più riuscite di tutto il repertorio di quest'artista. La melodia di sottofondo rende ci dona quell'atmosfera misteriosa e malinconica tipica di ORIGA, che durante il ritornello sale di un'ottava, e sembra esprimere tutto il suo dolore per il bimbo di cui canta.
Andiamo verso la conclusione con ''Shine, my star'', altra traccia influenzata dalle note tradizionali russe. La cantante riesce di nuovo alla perfezione nella sua interpretazione.
Terminiamo con ''Mona Lisa'', che dopo tanta tristezza ci dona un po' di speranza grazie alle sue note spensierate e piene di luce.

Dopo tanti anni dove ORIGA era stata già individuata per la sua voce impeccabile ed unica, la cantante sembra esser riuscita a trovare una sorta di bellezza abbagliante con ''Era of Queens'' ed ''AURORA''.
Qualità complessiva delle tracce: 10
Musica: 10
Voce: 10
Copertina: 10
Booklet: 10
10
Media dei voti degli utenti: 7.25
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''AURORA''
#01
Goldust
Voto: 10
mail
Semplicemente un capolavoro!
2015-01-08 20:33:09
 
#02
Freemaxwolf
Voto: 9
http
mail
Altro splendido album di Origa, anche se nel complesso preferisco Era of Queens, ma qui trovo due tra le canzoni che preferisco di Origa: Aurora e Chance (qui nella versione giapponese, mentre quella russa la troviamo in The Songwreath del 2008). C'è solo una mancanza nella discografia di Origa, non aver pubblicato la canzone Moon di Yoko Kanno (Turn A Gundam) da lei magistralmente interpretata in un concerto che si può vedere sul web. Una canzone che mette letteralmente i brividi e ascolterei sempre. Grazie Origa per la splendida musica che ci hai regalato nella tua troppo breve vita.
2015-03-08 21:35:38
 
#03
OrigaFanatic
Voto: 5
mail
Si salvano Shine Shine my Star e Promise, nonostante in entrambi ci siano ancora dei rumori di sottofondo elettronici che distraggono inutilmente dalla sua voce. Asay no michite e carina ma e leggermente ripetitiva. Uney Unborn child e un aborto fatto e finito, mentre il rapper di Kalinka sembra un'altra maniera con cui la voce piu bella del mondo ha cercato di sperimentare al di fuori del pop-folk fallendo miseramente. Shine Shine my star sentitevela nel concerto del 2013 disponibile su youtube, li gli orpelli elettronici si sentono meno.
2017-09-27 14:55:57
 
#04
OrigaFanatic
Voto: 5
mail
Dimenticavo, se volete sentire Origa sperimentare e riuscire egregiamente nell'obiettivo sentitevi Cafe Vladivostok. Non la metterei fra le canzoni piu belle che ha fatto, pero non inserisce porcherie che nulla centrano con la sua musica come in Kalinka anzi, puro cantato russo e melodia dall'inizio alla fine.
2017-10-08 19:23:07
 
Aggiungi Un'Opinione
Artisti Correlati
Heartsdales
Gruppo con cui ha collaborato in ''Player''
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Artisti Simili
Vai alla Scheda
19⁄07⁄2008
Ultima News
Remix di 'Nazareé' e 'HORIZON' sul MySpace
Kanon
Pop
Vai alla Scheda
10⁄11⁄2014
Ultima News
Nuovo disco dopo tre anni
KOKIA
Pop
Vai alla Scheda
02⁄08⁄2016
Ultima News
Dettagli di ''Itsuwari no Sora no Saki ni Aru Mono''
Vai alla Scheda
25⁄10⁄2015
Ultima News
Live DVD/Blu-ray nel 2016
alan
Pop
Vai alla Scheda
26⁄10⁄2015
Ultima News
Nuovo singolo ad inizio novembre
HIMEKA
Pop
Vai alla Scheda
13⁄04⁄2015
Ultima News
Unit con Kotera Kanako: HIMExKANA
Vai alla Scheda
16⁄02⁄2016
Ultima News
Nuovo concept album: ''caTra''
Remi
Pop
Vai alla Scheda
19⁄02⁄2017
Ultima News
Edizione inglese per "Aurora"
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2017 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.5 secondi.