tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
SAWA
recensioni
Coperdina di Ai ni Iku yo - SAWA
Ai ni Iku yo
Mini-album pubblicato il 07 Aprile 2010

Quinto mini-album per SAWA, promuove una confluenza tra un electropop brillante e dai toni futuristici, unendolo a sonorità latinoamericane, specie vicine allo scenario brasiliano. Il disco, ennesimo fallimento per la cantante, non si è piazzato nella Oricon Charts, ed è stato anticipato solo dall'uscita di un videoclip della title track.
633 click, un solo voto degli utenti
di zefis90
Pubblicata il 19 Aprile 2010
SAWA - Ai ni Iku yo

Ammettiamolo, l'electropop tout-court sta scontando veramente un declino inesorabile. L'ultimo album deicapsule avrebbe potuto uscire dieci anni fa, e la differenza non si sarebbe minimamente avvertita, le Perfumesembrano essere le uniche a proporre un technopop scevro da altre influenze, già tutti gli altri esponenti del genere stanno cambiando impronta e proponendo stili più solidi e variegati. Anche SAWA, e fortunatamente mi scappa da dire, non costituisce un'eccezione. Accostando a brani aerati e atmosferici pezzi invece vicini al cantautorato latinoamericano, in "Ai ni iku yo" la nostra ragazza propone una formula che musicalmente parlando risulta essere molto convincente e una carta vincente dei suoi ultimi lavori, che spero risultino essere sempre più strutturati e con una ricerca del suono poliedrica come lo è adesso. Lavori che stanno prendendo una piega interessante e che mostrano una certa intelligenza commerciale da parte della ragazza. Anche se un fallimento per quanto riguarda le vendite, SAWA mostra di saper indovinare nelle sue scelte. Piuttosto che realizzare lunghi e dischi electropop dei quali alla fine si ricorda giusto le tracce uscite come singoli, e il resto sono solo lunghi e trascurabili filler senza arte né parte, lei preferisce puntare su fatiche brevi, corte, ma della giusta lunghezza per coglierne molte sfumature e particolarità. Probabilmente non sarà la cantante più imprescindibile in ambito elettronico, ma sa il fatto suo e come promuoverlo al meglio. Non ci resta che sperare che la sua strada vada avanti in questo modo.

La title track del lavoro, “Ai ni iku yo”, ci introduce al sound del lavoro, che però sembrerebbe essere completamente diverso rispetto a quando descritto in precedenza. Beats cristallini e limpidi, tappeto di base soffuso ed atmosferico, il tutto pare riportarci indietro a due anni fa, al debutto della cantante con il bolsissimo EP “Colors”, che sembrava promettere una carriera dell'ennesima artista eurodance senza la benché minima personalità. Sicuramente il pezzo in questione rimanda tantissimo alle fiacche melodie degli esordi, e anche SAWA, con questa vocina flebile e mielosa, ci mette del suo per farcelo tener presente, ma c'è un piccola, ed irrinunciabile, differenza. In questo caso la melodia è molto più strutturata, sa convogliare maggiormente l'attenzione sull'andamento della traccia, la cura per la base è diventata più accorta e sapiente, complessivamente quindi si tratta di un pezzo col suo perché, anche se niente di particolarmente avvincente. Già molto più interessante e gratificante è il secondo brano, “Jet coaster”, che con la direzione intrapresa dalla prima canzone non ha nessun riscontro. Bossa nova in salsa pop, costituisce un bell'esperimento dall'ampio, delicato respiro, in cui la ragazza riesce a dosare meglio la sua a volte vacillante flessione vocale e a condurre con maggior grazia anche l'andamento generale del pezzo, che in sé a livello musicale appare essere ben più complessa di quanto può sembrare originariamente. Beats e loops si susseguono senza sosta e sommessamente sotto la melodia principale scandita dall'uso ripetuto di una sensuale e drammatica chitarra acustica, synth che a sprazzi si rivela nella sua essenza, una complessazione degna dei Clazziquai Project prima della loro svolta techno, una vera delizia per chi cerca muri del suono potenti e stratificati. “Cider” ci trasporta invece in dolci e rasserenanti arrangiamenti funky, che gettano un riverbero estivo sulla traccia, modulata attraverso accenni a certa disco music d'annata e all'electropop romantico e velato oramai diventato status-quo della cantautrice. Brano carino, ma di nuovo difetta della non piacevolissima interpretazione di SAWA, che a tratti si smuove in certi impeti onestamente alquanto biasimabili, che avrebbero potuto essere soppressi a favore di una parte canora decisamente meno bizzarra e più classica,in questo caso sicuramente più apprezzabile. “Super looper”, invece, viene a smuovere un po' l'animo e a completare l'opera, proponendo un piccolo gioiellino techno come se ne sentono raramente in Giappone. Scandito da una ritmica ossessiva ed imperante, tipica di certa euro-dance del tempo che fu, la traccia si imposta su incastri melodici che farebbero veramente impallidire molte delle sue colleghe, promuovendo ancora ulteriormente il discorso di ricerca sonora iniziato con il buon “Swimming dancing”. L'armonia tra le varie sezioni musicali è ineccepibile, e finalmente anche la cantante mostra di saper duettare bene con le basi in un'interpretazione allegra e frizzantina, briosa e divertente, in quello che è senza tanti paragoni il miglior pezzo dell'EP. A chiudere infine “Samba de mar -NAKATSUKATAKESHI remix-", traccia bonus presente solo nella limitatissima (con le copie che vende) edizione del prodotto, la quale ci trasporta di nuovo sulle calde sonorità latinoamericane, in una samba allegra e spensierata su cui far danzare lievi influenze reggaeton e flebili tochi di synths che impreziosiscono una musica godibile e piacevole, a ritmo di un apparato di percussioni alquanto ben coordinato e arrangiato. Su di essi SAWA esegue la sua performance, che solo a tratti scade nel fastidioso, e che rare volte passa dal giapponese d'adozione (ricordiamoci che comunque lei è stata, anche se per brevissimo periodo, insegnante d'inglese, lingua che conosce molto bene) a timidi accenni di brasiliano che nel complesso funzionano piuttosto bene con l'atmosfera, densa di saudade, del brano. Una buona chiusura per un album abbastanza soddisfacente.

Carino e brioso il videoclip girato per la title track, nel quale la cantautrice si improvvisa reporter in visita in una coloratissima casa infestata da spiriti e spettri vari, cercando di portarne testimonianza attraverso scatti fotografici, piano piano facendo breccia nell'ostilità degli inquilini non-morti con la sua musica e facendoli muovere al ritmo della sua musica e del suo cantato. Da notare che è il primo video in cui appare veramente bella senza eccessiva ostentazione della sua “kawaiiness” (termine coniato da me, me lo si passi), portando avanti il discorso videografico registrato con l'ottimo clip girato per “Swimming dancing”, a mio avviso uno dei migliori nel 2009.

La ragazza sta finalmente imparando a farsi strada nel difficile mondo dell'electropop, a corredarsi di musicisti tali da valorizzarne i tratti più caratteristici e particolari senza renderla una marionetta, sta diventando una cantante sempre più piacevole e dotata di piglio e personalità, intraprendendo uno stile personale che spero sappia convogliarle molte soddisfazioni in futuro. Speriamo soltanto che non si bruci le idee subito.

Qualità complessiva delle tracce: 7
Musica: 8
Voce: 5.5
Copertina: 6.5
Copertina Limited Edition/First Press: 6.5
6.7
Media dei voti degli utenti: 7.5
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''Ai ni Iku yo''
#01
aLz
Voto: 7.5
allora premio questo ep di SAWA con un 7.5 perchè è l'unico ep di questa artista che è riuscito a coinvolgermi , a parte la sua vocina a volte un po' fastidiosa. Un'altra ottima prova dopo lo stupendo ep "Swimming Dancing"
2010-04-19 17:24:06
 
Aggiungi Un'Opinione
Artisti Simili
MEG
Pop
Vai alla Scheda
23⁄02⁄2017
Ultima News
E' nato la prima figlia
Vai alla Scheda
10⁄09⁄2015
Ultima News
Il ritorno con un singolo digitale
Perfume
Pop
Vai alla Scheda
10⁄08⁄2017
Ultima News
Rivelato 'If you wanna'
immi
Pop
Vai alla Scheda
26⁄03⁄2013
Ultima News
Mamma di una bimba
Vai alla Scheda
15⁄11⁄2012
Ultima News
Ritorno in scena con un nuovo singolo digitale
Saoriiiii
Pop
Vai alla Scheda
29⁄03⁄2017
Ultima News
Nuova canzone prodotta da SAWA
Vai alla Scheda
06⁄12⁄2011
Ultima News
Tutto sul nuovo best
marino
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
06⁄08⁄2012
Ultima News
Ecco il repackage
amU
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
16⁄02⁄2013
Ultima News
''Niji-iro no Hana'' è il nuovo digital single
mini
Pop
Vai alla Scheda
31⁄10⁄2013
Ultima News
Nuova musica in arrivo?
Vai alla Scheda
19⁄03⁄2017
Ultima News
Tutti i dettagli sulle nuove uscite
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Yun*chi
Pop
Vai alla Scheda
25⁄07⁄2017
Ultima News
Cover per 'Canvas*'
Vai alla Scheda
09⁄08⁄2013
Ultima News
Nuovo disco a settembre
ERIHIRO
Pop
Vai alla Scheda
26⁄08⁄2015
Ultima News
Dettagli di ''Stars''
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2022 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.86 secondi.