tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
SUIKA
recensioni
Coperdina di Harvest For The Stripe - SUIKA
Harvest For The Stripe
Album pubblicato il 07 Luglio 2006
Edizione Occidentale.
562 click, nessun voto degli utenti
di Christi
Pubblicata il 18 Febbraio 2007
''Harvest For The Stride'' è il primo album dei SUIKA, gruppo molto particolare e ricercato che unisce diversi talenti in una melodia.

Dopo un ''Prelude ~ Sunshine'' che ci proietta nello stile dell'album iniziamo con ''Jetset''. La canzone ha una ritmo coinvolgente e inizia solo una volta che si sente il rap di uno dei tre cantanti. Segue ''Birdland wa omagatoki'' con un ritmo molto simile a quello precedente. La voce dei cantanti è accompagnata inizialmente solo dalla batteria e dal piano, in modo da indurre l'attenzione dell'ascoltatore sulle parole che il gruppo ci regala. Arriviamo alla quarta traccia ''Garam Massala'' che ha un inizio molto simile a ''Jetset''. La canzone dura 1 minuto e 59 dove sentiamo la voce di Toto e le seconde voci femminili.
Passiamo a ''Sora Kobu Koshoten ~ Flying Books'' che ci ricorda la terza traccia dell'album. Sentiamo più una collaborazione di gruppo: infatti tutti e tre le voci si uniscono immediatamente. ''Reflected-Reflection (Instrumental)'' è solo musica e si da spazio in questo modo alla bravura dei SUIKA. La melodia è molto rilassante. Andiamo a ''Suiyo, Naka-meguro, hachi ji han'' più calma delle canzoni precedenti anche se sempre fresca a originale. L'ottava traccia intitolata ''Mushroom Mathematics'' è sicuramente più movimentata e più Hip Hop.
''BambooMoon'' invece ha uno stile diverso: è più ricercata e particolare. Si prosegue l'ascolto solo per capire come vuole evolvere la melodia che, inizialmente, si coglie solo in parte. Dopo l'interlude ''Intermission I'' arriviamo a ''Awa ~ Suika Edition'' che inizia con un buon minuto di soli strumenti che portano l'ascoltatore a rilassarsi. L'entrata in scena delle voci è dolce. Troviamo poi un altro interlude chiamato ''Intermission II ~ Jungle Radio'' ed infine possiamo sentire ''Kujira Yane ~ Suika Edition'' che ci ricorda un po' lo stile iniziale dell'album: fresco innovativo, ricercato e molto particolare.
''Voice'' ci ricorda un po' ''Awa'' per l'inizio. È molto calma. Con ''Air-Pocket'' si riprende un po' di ritmo e quel tocco tipico dei SUIKA. ''Walking On The Stripes (Session)'' dura solamente 2 minuti e 33 e non è esattamente una canzone: sembra di ritrovarsi in studio assieme al gruppo. ''My chinese dragon is big head'' è la solita canzone molto calma e dedita al racconto. Finiamo con la diciottesima traccia chiamata ''Overture ~ The Stripes'' che rimane sullo stile precedente.

È un album perciò molto attaccato allo stile del gruppo: per chi ama il Jazz, l'Hip Hop ed un misto di questi due generi deve assolutamente ascoltarlo!
Qualità complessiva delle tracce: 6.5
Musica: 7.5
Copertina: 5.5
6.5
Nessuna opinione sul disco ''Harvest For The Stripe''. Aggiungine Una!
Artisti Simili
Vai alla Scheda
19⁄02⁄2017
Ultima News
'Her' prima della pausa
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2020 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.04 secondi.