FeedRSS
Forum
ayaka
recensioni
Coperdina di Sing to the Sky - ayaka
Sing to the Sky
Album pubblicato il 25 Giugno 2008

Secondo album per ayaka. Raggiunse la 2° posizione in classifica, vendette 614,872 copie e divenne il 15° disco più venduto del 2008.
728 click, un solo voto degli utenti
di Jen-pop
Pubblicata il 29 Gennaio 2012
Per ayaka si tratta dell’album della maturità, sebbene sia solo il secondo. La giovane artista piega a suo favore la scena J-pop con un disco che di certo rientra nel novero dei più belli di questo genere. 16 brani più una cover compongono un mosaico di stili che, rispetto al lavoro precedente, trovano stavolta un equilibrio stabile. Un tutto organico che non stanca mai e che ci invita ogni volta a un piacevole ascolto.  

Si inizia con uno scoppiettante rhythm’n’blues, “POWER OF MUSIC”, brano di facile ascolto, predominante di fiati, che permette ad ayaka di scaldare la voce e di prepararsi ad affrontare una lunga sequenza di tracce. In seconda battuta ecco subito un rock leggero, “Ai wo Utaou”, che alterna momenti di dolcezza ad altri di intensa vibrazione. Anche qui siamo in presenza di un brano estremamente orecchiabile, basato su una melodia e un’armonia semplici e lineari. Con la terza traccia, “SKY”, finalmente si prende il volo. Brano scanzonato, che sulle note del pianoforte ci lascia immaginare un mondo pieno di colori, in cui la nostra ayaka sembra volerci condurre, alla scoperta della forza evocativa della musica. “Jewelry day”, primo singolo estratto da quest’album, è una gradevole ballata. Bastano una chitarra, la voce e lievi percussioni a descrivere le emozioni suscitate da una melodia dolcissima. Alla fine c’è anche posto per un soffice tappeto d’archi, che ci solleva in aria e ci porta fra le nuvole. La successiva “Good Night Baby” è un pop nella più classica della tradizione di genere: chitarre, batteria e una voce che scorre liscia dall’inizio alla fine. Nient’altro da aggiungere per questo brano di passaggio. Più vigore invece in “For Today”, che parte a razzo con una scarica di batteria. Ancora una volta ayaka mostra la sua anima rock e spinge la sua voce al limite. La versatilità continua dunque a essere un punto fermo per la giovane cantante. Sempre presente il piano, pronto in ogni occasione a conferire una venatura blues, che a mio avviso rimane un tratto caratteristico. Con “Why”, secondo singolo pubblicato dopo l’uscita di “First Message”, si arriva al punto di svolta. Qui ayaka mette in luce tutte le sue doti vocali e interpretative, confermando di essere perfettamente a proprio agio nello stile ballata. Si torna al rock con “Gold Star”, in cui si rivela azzeccata la scelta del drum programming e degli effetti sulla voce. Con le sue dissonanze e le chitarre elettriche stridenti, è decisamente un brano da palcoscenico. La successiva “Mahoutsukai no Shiwaza” è una bellissima ballata nata al pianoforte, che ci invita a danzare e volteggiare, mentre la batteria scandisce il tempo delle nostre emozioni. Breve quanto basta a portarci direttamente a “Te wo Tsunagou”. Il dolcissimo coro che accompagna la voce, insieme all’arpeggio di chitarra acustica e al fraseggio del piano, costruiscono un arrangiamento perfetto. La batteria si apre e si fa prepotente solo nel bridge, insieme alla chitarra elettrica, mentre la melodia cresce in un climax che evidenzia tutta la grinta e la passione della giovane cantante. Proseguiamo. Armonia dissonante subito in evidenza in “Ai mo Uso mo Shinjitsu”, brano particolarissimo, ricco di venature jazz e blues, ancora una volta al servizio di una voce che non si stanca di cimentarsi in nuovi stili. Più coerenza e compattezza in questo album rispetto al precedente, ma non meno ricerca stilistica. Splendido l’intermezzo swing con walking bass e voce riverberata. Uno dei migliori brani del disco. Con la successiva “CLAP & LOVE” ayaka ci offre ancora uno spaccato del suo stile eclettico, con questo rock’n’roll elettronico farcito di blues. Richiama sonorità fine anni ’60 e ci porta per un attimo lontano dal Giappone, forse in America, richiamata dal suono dell’armonica. Si torna invece al pop-rock con “Kimi ga Iru Kara”, brano che si distende completamente su un tappeto di archi e tastiere, mentre la chitarra elettrica e la batteria sono un appoggio sicuro per la voce, che qui si poggia su una melodia più semplice e lineare, ma non scontata. Ancora una canzone ottimamente riuscita per quest’album. Segue “Okaeri”, singolo realizzato per essere la theme song del drama di successo “Zettai Kareshi”,  che è un esempio di freschezza e ricchezza sonora. L’arrangiamento è perfetto, con i suoi incastri di strumenti elettrici e archi suonati instancabilmente. La voce è limpida, corposa, sicura nelle pause e negli acuti improvvisi. Eccellente l’idea delle cornamuse, che conferiscono al pezzo un sapore tutto particolare. E arriviamo quindi a “Kon'ya mo Hoshi ni Dakarete”. Dopo il ritorno a casa, si spengono le luci. Rimane solo un riflettore a illuminare un pianoforte che suona una ballata romantica, desideroso di essere accompagnato solo dalla voce, concedendosi in qualche passaggio ad archi che scivolano discreti sotto le sue note ritmate. Anche stanotte abbracceremo le stelle. Il penultimo brano del disco, “WINDING ROAD”, rappresenta la prima, fruttuosa collaborazione tra ayaka e il duo Kobukuro. Un rhythm’n’blues ricco di fiati e cori, che vibra di gioiosa melodia. Le tre voci sono perfettamente incastrate. Le timbriche dei tre cantanti sembrano essere fatte l’una per l’altra, straordinarie nell’armonizzazione come nel contrappunto. La lunga sequenza di brani si conclude con “I believe (English ver.)”. Sarà che i giapponesi non sono brillanti nella pronuncia inglese, sarà che la lingua giapponese ha una metrica significativamente differente, ma la versione originale suona decisamente meglio della cover. Tuttavia, lascia intendere l’intento dell’artista di varcare le frontiere del Giappone e assurgere al rango di artista internazionalmente riconosciuta.

Con “Sing to the Sky” ayaka sembrava avviarsi verso una lunga, strepitosa carriera. La diagnosi del morbo di Graves aveva per un attimo mandato in frantumi il suo sogno come fosse cristallo. Ma la tenacia e il cuore della giovane cantante per adesso hanno vinto, e dopo un momentaneo ritiro dalle scene, la vedremo fra pochi giorni tornare, dolce e vigorosa, con il suo primo album indipendente. Per farci sognare ancora.
Qualità complessiva delle tracce: 9
Musica: 9.5
Voce: 10
Copertina: 6
Contenuti DVD: 10
8.9
Media dei voti degli utenti: 9
Clicca qui per i voti dettagliati
Opinioni sul disco ''Sing to the Sky''
#01
Freemaxwolf
Voto: 9
http
mail
Bravissima Ayaka e splendida voce. Un album bello dall'inizio alla fine sia nelle ballate (le mie preferite) che nei brani più rock. Alcune delle ballate le avevo già ascoltate in Ayaka's Best - Ballad Collection: Jewelry Day, Te wo Tsunagou, Why, Okaeri e Konya mo Hoshi ni Dakarete, sono anche i miei brani preferiti.
2014-06-07 18:11:09
 
Aggiungi Un'Opinione
Artisti Correlati
The Black Mages
Gruppo di Nobuo Uematsu
Vai alla Scheda
01⁄01⁄2015
Ultima News
Primo album per Nobuo
Artisti Simili
Vai alla Scheda
28⁄05⁄2017
Ultima News
Informazioni sul nuovo album
Fayray
Pop
Vai alla Scheda
18⁄11⁄2008
Ultima News
Tracklist e cover del tanto atteso nuovo album
Vai alla Scheda
24⁄07⁄2017
Ultima News
Cover per il nuovo singolo
Vai alla Scheda
25⁄04⁄2017
Ultima News
Tutti i dettagli sul nuovo DVD live
Tsubaki
Pop
Vai alla Scheda
30⁄03⁄2008
Ultima News
Silenzio interrotto dopo tre anni: nuova canzone
Vai alla Scheda
24⁄06⁄2016
Ultima News
Tutto sul singolo e sul live album
Rie fu
Pop
Vai alla Scheda
29⁄03⁄2016
Ultima News
Cover, tracce e video di ''O''
Vai alla Scheda
22⁄04⁄2014
Ultima News
Best album in arrivo
Vai alla Scheda
12⁄09⁄2010
Ultima News
Tracce e cover di Niji
Vai alla Scheda
17⁄12⁄2016
Ultima News
Tutti i dettagli sul nuovo DVD
Vai alla Scheda
18⁄11⁄2009
Ultima News
Nuovo singolo digitale in arrivo e annuncio album
Vai alla Scheda
01⁄11⁄2014
Ultima News
Ultimo live DVD
Vai alla Scheda
13⁄12⁄2016
Ultima News
Singolo digitale in arrivo domani
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
15⁄08⁄2014
Ultima News
''ABEFUYUMI EP'' in arrivo
melody.
Pop
Vai alla Scheda
24⁄07⁄2011
Ultima News
Apertura del twitter ufficiale!
Aimer
Pop
Vai alla Scheda
04⁄08⁄2017
Ultima News
Nuovo singolo pronto
Mai Fukui
Pop
Vai alla Scheda
17⁄09⁄2015
Ultima News
Nessun segreto per 'Breakaway'
Leo Ieiri
Pop
Vai alla Scheda
23⁄07⁄2017
Ultima News
Tre tracce nel nuovo singolo
Vai alla Scheda
28⁄07⁄2017
Ultima News
Nuovo singolo pronto
Vai alla Scheda
13⁄04⁄2016
Ultima News
''Ai no Katachi'' a maggio
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Ayaka Ide
Pop
Vai alla Scheda
12⁄02⁄2017
Ultima News
''A.I. ayaka ide'' in aprile
Vai alla Scheda
15⁄12⁄2012
Ultima News
Annunciato il primo album, ''kotoba''
kaho
Pop
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Vai alla Scheda
02⁄08⁄2017
Ultima News
Nuovo album e dettagli DVD
Vai alla Scheda
29⁄03⁄2017
Ultima News
Nuovo singolo a maggio
Vai alla Scheda
17⁄10⁄2016
Ultima News
7 tracce in ''III -THREE-''
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2019 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.86 secondi.