tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
hitomi
recensioni
Coperdina di by myself  - hitomi
by myself
Album pubblicato il 11 Settembre 1996

Secondo disco per la carriera di hitomi, rilasciato a distanza di un anno dal precedente "GO TO THE TOP". Prodotto interamente da Tetsuya Komuro, il disco raggiunse la 1° posizione, stette in classifica 12 settimana e vendette 808,000 copie.
595 click, nessun voto degli utenti
di Bobby Drake
Pubblicata il 29 Marzo 2015
Riproposta ed aggiornata il 13 Aprile 2015
hitomi - by myself
Dopo un album di debutto di tutto rispetto, creato fin nei minimi dettagli con rigorosa attenzione, dalla tracklist variegata e strutturata, dal secondo disco di hitomi ci si sarebbe aspettati solo due cose: un disco dello stesso livello o un vero fallimento. Delle due strade, purtroppo, hitomi si è imbattuta nella seconda e con “by myself” ci propone 10 tracce non entusiasmanti e che non riescono a reggere il confronto con il precedente disco. Come si dice, il secondo disco è sempre il più difficile e, in questo caso, è stato davvero così perché non si riesce proprio a capire come, dopo un disco di debutto spettacolare, siano riusciti a confezionare un secondo album davvero dimenticabile. Uscito esattamente un anno dopo l’album di debutto, “by myself” pecca di originalità e di sperimentazione poiché i suoi brani risultano troppo simili a quelli del precedente, senza però presentare quella verve che questi avevano. Fortunatamente per hitomi, il disco riuscì comunque ad arrivare alla 1° posizione in classifica sottolineando l’interesse che il paese, in quegli anni, nutriva per questa giovane ragazza.

Il disco si apre con “Sunshine HEAVEN.Moonlight HEAVEN”, traccia che raccoglie dentro di sé tutta l’energia e la musicalità dei lavori di Tetsuya Komuro. Sulla scia dei lavori proposti nel precedente disco, questo primo brano prova a conquistare l’ascoltatore con la sua base musicale e i suoi suoni dance-pop, senza però troppo successo. Rispetto a quanto proposto all’interno del primo disco, questo primo brano sembra fatto troppo velocemente e troppo similmente ai precedenti lavori, senza però avere quel qualcosa in più che caratterizzava i primi lavori. Passando oltre troviamo fortunatamente “Sexy” un brano che, invece, si differenzia dai restanti pezzi grazie ad una musicalità anni ’90 davvero intrigante e interessante. Se si confronta questo pezzo con “CANDY GIRL”, troviamo che le due basi siano molto simili tra loro, ma, a differenza di quest’ultima, “Sexy” risulta più giocosa, più divertente e più leggera. Affascinante, ma nello stesso tempo semplice, questa canzone attira l’attenzione su di sé fin dal primo ascolto grazie alla sua melodica base musicale. “Never give up!” invece è un buco nell’acqua, una vera noia. Dal titolo uno si sarebbe aspettato un pezzo energico, vitale e travolgente, invece abbiamo una canzonetta pop dance davvero piatta e senza gloria. Noiosa e troppo lenta, la traccia si fa ascoltare una volta per poi cadere completamente nel dimenticatoio. Anche “raise my eyes” è un altro tentativo, come il brano di apertura, per riproporre le melodie del primo disco senza alcune vero risultato. Una base musicale confusa, un ritmo che non incalza mai e una parte canora davvero di poco conto, fanno sì che il pezzo risulti fastidioso fin dal primo ascolto, lasciando all’ascoltatore il duro di compito di mandare avanti la tracklist per incontrare “In the future”. Grazie al cielo, dopo due pezzi davvero dimenticabili, hitomi e Tetsuya ci propongono un brano dance anni ’90 di tutto rispetto. Io, come avrete capito, apprezzo moltissimo i lavori di quegli anni di Tetsuya e, questa “In the future” raccoglie dentro di sé tutto quello che il produttore musicale riesce a fare meglio. Una base dance-pop di tutto rispetto, una parte canore ben strutturata e pensata e un ritornello travolgente sono solo alcune delle caratteristiche di questo incredibile pezzo che, ascoltato con attenzione, ricorda tantissimo i lavori dei globe di quell’anno. E’ di pezzi come questo che il disco ha bisogno, non di insulsi brani senza arte né parte che, purtroppo, sono inseriti un po’ come riempitivi di una tracklist debole. La prima ballatina del disco è “Plain” che rilassa un po’ l’atmosfera e ci mostra una hitomi più innocente e giovine. Messe da parte tutti i ghiribizzi dance, con questa “Plain” ci viene presentata la hitomi più romantica e più ingenua che, a differenza di quella forte e dance, risulta essere più giovane e spensierata. Leggera, calma, ma mai noiosa, questa canzonetta pop si ascolta facilmente e si apprezza proprio per il suo essere così differente da tutto quello ascoltato fino ad ora. “by myself”, brano che porta il nome del disco, è un pezzo dance carino, ma non entusiasmante. E’ si un pezzo dance in stile Komuro, però manca di quel qualcosa in più che hanno di solito i brani di hitomi. Si ascolta con piacere un paio di volte, ma, alla fine, non rimane in testa essendo piuttosto piatto e senza particolari degni di nota. Continuiamo l’ascolto con “real Love” che, per fortuna, ci fa ricordare perché hitomi ci piace così tanto. Anche qui, come in “In the future” siamo nel pieno della musica j-pop degli anni ’90, quella parte di storia musicale in cui il pop si fondeva perfettamente con la dance creando colori e sfumature assai particolari ed energizzanti. Qui siamo davanti ad un bel pezzo energico e pieno di vitalità che tanto serviva a questa tracklist dato che, fin dal primo ascolto, ci troveremo coinvolti nel vortice di suoni e sfumature che ci presenta hitomi. Sinceramente è un vero piacere sentire brani di questa portata perché, in quegli anni, la musica nipponica era davvero piena di bei dischi di questo stampo ed è sempre bello riscoprirli. Con “Shinin’ On” siamo davanti invece ad un pezzo pop che ricorda parecchio “CANDY GIRL” per la sua melodia e per il suo ritmo, ma, nello stesso tempo, se ne distacca in pieno per un ritmo leggermente più lento e più costante. Il pezzo riesce si a convincere grazie alla sua base e alla sua melodia, ma, purtroppo, non riesce a rimanere troppo in testa dopo l’ascolto e, forse, è meglio così perché si ha la voglia di ascoltarlo nuovamente. A concludere il disco ci pensa “Forever”, un brano lento e pesante che, all’interno di questa tracklist, non serviva assolutamente. Rispetto a “Plain”, in questo caso hitomi ha voluto proporre una vera canzone romantica lenta e grave che però non serviva assolutamente, soprattutto perché, fin dal primo ascolto il brano stanca e non conquista proprio per la sua pesantezza e lentezza. Personalmente, avrei concluso il disco con “Shinin’ On” che sarebbe stato decisamente meglio piuttosto che questo.

Come si è soliti dire, “non tutte le ciambelle vengono con il buco” e, per hitomi, questo “by myself” ne è la prova dato che, all’interno della sua discografia, risulta essere un uscita abbastanza dimenticabile. Fortunatamente, anche gli errori servono per imparare dove si è sbagliati e, andando avanti con gli anni, la stessa ragazza è riuscita poi a migliorare la qualità delle sue pubblicazioni e poi, se almeno un disco non si presenta come un fallimento, non si ha l'occasione di presentarsi con nuovo materiale decisamente superiore.

Qualità complessiva delle tracce: 5
Musica: 5.5
Copertina: 6.5
5.67
Nessuna opinione sul disco ''by myself ''. Aggiungine Una!
Artisti Correlati
Tetsuya Komuro
Ex Produttore
Vai alla Scheda
25⁄02⁄2017
Ultima News
Rivelato il nuovo disco di inediti
Artisti Simili
Ai Otsuka
Pop
Vai alla Scheda
05⁄03⁄2017
Ultima News
Nuovo album ad aprile
Vai alla Scheda
23⁄01⁄2016
Ultima News
Ultimi dettagli sul nuovo disco
Vai alla Scheda
12⁄05⁄2017
Ultima News
''Daisy'' è il nuovo album
KCO
Pop
Vai alla Scheda
15⁄08⁄2015
Ultima News
Un messaggio audio dopo 4 anni di silenzio
sifow
Pop
Vai alla Scheda
02⁄11⁄2008
Ultima News
Photobook senza veli nel 2009
Vai alla Scheda
11⁄05⁄2013
Ultima News
''Ermitage'' è il nuovo album
globe
Pop
Vai alla Scheda
27⁄07⁄2016
Ultima News
Tutti i dettagli per 'Remode 2'
Vai alla Scheda
31⁄03⁄2015
Ultima News
Matrimonio ufficializzato
Vai alla Scheda
30⁄04⁄2016
Ultima News
Svelato il singolo con Yohske Yamamoto
Vai alla Scheda
16⁄11⁄2016
Ultima News
A riposo per un mese
Vai alla Scheda
Ultima News
Nessuna News Presente
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2020 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.27 secondi.