tokyonoise.it

Dal 2019 TokyoNoise.net si rinnova!
Rinasce a nuova vita il portale italiano sulla musica giapponese, online dal 2006.

La vecchia versione rimarrà online come database storico, ma vieni a trovarci su tokyonoise.it e seguici sui nostri account ufficiali di Facebook, Twitter e Instagram per non perderti tutte le news e gli articoli più importanti di ogni settimana.

Visita la nuova versionetokyonoise.it oppure Continua a navigare il database storico
FeedRSS
Forum
misono
recensioni
Coperdina di Sei -say- - misono
Sei -say-
Album pubblicato il 16 Luglio 2008

Secondo album per misono, ne mostra il suo lato più rock, anche se sono presente pure alcuni lenti, con una vena sempre rock alle spalle. Il disco, preceduto da un cospicuo numero di singoli, si è piazzato alla 20ma posizione, vendendo complessivamente 13500 copie circa.
635 click, nessun voto degli utenti
di aLz
Pubblicata il 04 Luglio 2010
misono - Sei -say-

Sei -say-” è il secondo album per la poco conosciuta misono, sorella minore della famosa Koda Kumi. L'album, come il precedente "never+land", si ferma ad una deludente posizione nella Oricon Chart, la 20°, vendendo complessivamente 13,135 copie e restando in classifica per 5 settimane. L'album si presenta fortemente influenzato dal rock, anche grazie alla presenta di artisti famosi nel settore, che hanno aiutato l'artista nella produzione dell'album.

Iniziamo l'ascolto con “misono aji”, una breve ma divertente intro. Ottima introduzione alla prossima traccia. “Zasetsu chiten” si presenta come una traccia rock, che mostra il talento vocale della cantante da molti sottovalutato. La base è solida, trascinante, potente e nel ritornello concentra tutta la sua potenza. La voce dell'arista è molto regolare e intonata, anche nelle parti più alte. misono ci mostra di saperci fare con le canzoni rock, che evidentemente ascoltando l'album capiremo essere il suo punto forte. Senza cambiare genere, ascoltiamo “Ninin sankyaku”, che presenta una base ancora molto solida e potente. La voce dell'artista nel ritornello risulta un po' incerta, ma nel complesso la voce è più che buona. Trovo che la massiccia presenza di chitarre e percussioni diano al brano ancora maggiore potenza, migliorando il tutto ulteriormente.  Passiamo a “Gizagiza LIFE” , brano composto ed eseguito dalla band GO!GO!7188. La base non è bellissima, ma nemmeno più di tanto scadente, diciamo nella media, perché a volte diventa ripetitiva e dopo qualche ascolto stufa. Nel complesso la traccia non è male, ma manca quella grinta che caratterizza le due traccie precedenti. Spero che comunque misono collabori nuovamente con questo gruppo, perché spero in una traccia su questo stile ma più potente. La quinta traccia dell'album è “black & white ~kuroi sunglasses kaketa hi kara~”, che inizia con alcune chitarre che danno un tocco dark alla canzone. La canzone presenta come nei brani precedenti un rock potente e fresco, che mostrano il talento della giovane artista. Una canzone che colpisce l'ascoltatore perché molto più cupa e rock delle altre tracce, uno stile che sarà difficile da trovare nella discografia della cantante. Ad iniziare il sesto pezzo, troviamo delle chitarre abbastanza monotone, che sfoceranno poi in un brano che presenta una base un po' ripetitiva, ma che rimane sempre sulla scia del rock. Credo che “Triangle” non sia proprio una traccia interessante a causa della banalità della base che sfigura davanti a pezzi come “Zasetsu chiten”. “Hot Time”, che dal titolo sembra essere un'aggressiva traccia rock, è invece la prima ballata del cd. La base calma e intensa che riprende un po' il rock delle traccie precedenti, rende la canzone una piccola perla, peccato solo per la performance vocale dell'artista che non è molto gradevole ed a volte pure incerta, stonando negli acuti e così rovinando il prezioso tappeto musicale. Sarebbe stata sicuramente una buonissima ballata se cantata da altre artiste più portate in questo genere. Riprendiamo nuovamente la scia rock, tema principale dell'album con “Mugen kigen”. Inizia con una caotica accozzaglia di strumenti per poi sfociare in qualcosa di meno disorentiante e più ordinato. La traccia sicuramente non risulterà la migliore dell'album, ma più che altro un mediocre brano di riempimento, abbastanza inutile e poco originale. Passiamo alla lenta ma comunque rock “Ojii chankko oba chankko hinata bokko”. Una canzone tutto sommato carina, se non per la chitarra elettrica che in alcuni punti diventa fastidiosa rendendo difficile l'ascolto del brano, dato che copre troppo la voce dell'artista, che per essere una traccia più lenta di altre e veramente molto gradevole e solida. Successivamente passiamo ad ascoltare “Pochi”, una canzone basata su arrangiamenti viranti comunque verso una melodia pop. Tutta la scarica di energia della canzone viene rilasciata nel ritornello che rende il brano veramente allegro e divertente. Non è di sicuro qualcosa di particolarissimo, ma gli aspetti divertenti della base la rendono piacevole all'ascoltatore. Dopo la bellissima canzone precedente ci apprestiamo ad ascoltare un pezzo ancora una volta rock, ma troppo generico, che non colpisce per niente. "Hankouki", all'inizio l'avevo catalogata come un bel brano fresco e divertente, ma purtroppo dopo vari ascolti, mi è sembrato sempre più banale e scontato.  Miglioriamo fortunatamente con la rockeggiante “Juunin toiro”, che riprende molto la potenza delle prime melodie. La base è molto solida, composta da chitarre  e batteria. La voce di misono non è il massimo stavolta, ma abbastanza gradevole, anche perchè non tocca note troppo alte, a lei proibite. Passiamo alla pop-rock “Tamago”, brano prodotto da Kubota Kotaro, conosciuto per le sue collaborazioni con la brava Ami Suzuki. La traccia fin dall'inizio non mi ha entusiasmato molto, perché è troppo lenta e ripetitiva. Gli strumenti inoltre suonano troppo forte nascondendo la voce dell'artista. Un'altra traccia inutile, e abbastanza fastidiosa. Penutlima traccia è una bella e dolce ballad. “Last Song -album ver.-”  si presenta come una canzone malinconica, piena di nostalgia. La voce della cantante è gradevole e l'accompagnamento della chitarra la rende ancora più carina. Un'ottima traccia che ci risolleva da quelle precedenti che non ci avevano entusiasmato molto. Voglio sottolineare che questa canzone è una versione acustica di quella contenuta nel singolo “Mugen kigen”. A chiudere l'album ci pensa “Kimi to watashi no uta”, un'altra ballata, che si basa su una base acustica che come quella precedente risalta le buone doti vocali di misono. La canzone è forse quella che dona più emozioni all'ascoltatore, facendola diventare come un pezzo di arrivederci ai fan.

Sono rimasto colpito da questo album, specialmente dopo un album più poppish come “never+land”. Non mi sarei di sicuro aspettato un così notevole miglioramento nella voce della cantante, che ha mostrato al pubblico di sapersela cavare con canzoni rock e non. Peccato veramente per lo scarso successo dell'album. Mi hanno colpito tantissimo le copertine del disco dove troviamo misono quasi nuda, ripresa a mezzo busto. Carinissima l'idea della maschera con la faccia dell'arista con un'espressione diversa.

Qualità complessiva delle tracce: 8
Musica: 8
Copertina: 6
Qualità Promo Picture: 7
7.25
Nessuna opinione sul disco ''Sei -say-''. Aggiungine Una!
Artisti Correlati
day after tomorrow
Ex gruppo della cantante
Vai alla Scheda
07⁄06⁄2008
Ultima News
Nuova avventura per Daisuke con GIRL NEXT DOOR
Kumi Koda
Sorella maggiore di misono
Vai alla Scheda
12⁄07⁄2017
Ultima News
Tre nuovi singolo annunciati: ''LIT''
Artisti Simili
Vai alla Scheda
27⁄06⁄2017
Ultima News
Dettagli sulla nuova uscita
Vai alla Scheda
04⁄08⁄2015
Ultima News
2° mini-album per Halloween con february6
IMALU
Pop
Vai alla Scheda
26⁄02⁄2012
Ultima News
Due nuovi pezzi nel nuovo singolo
Home | News | Articoli | Recensioni | Uscite Del Mese | Classifiche | Cerca | Links | Redazione
Lista Artisti | Cerca | Statistiche | Random | J-MusicStore
Forum | Chat | Newsletter | GuestBook | RSS | Collabora
©2021 TOKYONOISE - Tutti i diritti riservati. Le immagini presenti in questo sito sono utilizzate solo per fini d'intrattenimento
e restano di proprietà dei rispettivi detentori dei diritti. Sito ottimizzato per Mozilla Firefox.




La pagina è stata generata in 0.15 secondi.